Ilva: Aia ‘rivoluzionaria’, Clini, stop produzione 8 mln ton.anno.

 

Correlati

Associate

ROMA – Un’Aia ”rivoluzionaria” quella che i tecnici del ministero dell’Ambiente hanno messo a punto per l’Ilva di Taranto. E’ questa la sensazione generale mentre il ministro Corrado Clini snocciola punto per punto le misure previste dalla nuova Autorizzazione integrata ambientale formalizzata dal gruppo Istruttore, e che ora – come precisa lo stesso ministro – attende soltanto il passaggio finale in Conferenza dei servizi, prevista per il 18 ottobre.

Il nuovo provvedimento – spiegato da Clini – che impone i limiti entro cui gli impianti dello stabilimento siderurgico possono operare, parte dalla riduzione della produzione annuale a 8 milioni di tonnellate di acciaio, mentre la produzione attuale e’ di circa 11,3 milioni di tonnellate (anche se l’Aia precedente, quella datata 4 agosto 2011, come ha precisato il ministro ne consente fino a 15). Poi c’e’ lo spegnimento e il rifacimento dell’Altoforno Afo5, quello piu’ importante per l’impianto tarantino, che da solo ‘divora’ oltre il 40% dell’intero ciclo. ”Quello che io auspico a fronte di questo documento – ha detto Clini -, e’ che l’azienda e la Procura e il Gip possano giungere a soluzioni non conflittuali; ci sono tutte le condizioni perche’ questo documento possa facilitare il percorso parallelo avviato dalla Procura di Taranto”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: