Titolo V della Costituzione, cosa cambia nel settore energetico.

Definire “cambiamento” la riforma del titolo V della Costituzione Italiana è un po’ gattopardiano: stanotte infatti il governo ha approvato, in materia di federalismo, la bozza di riforma del Titolo V riportando allo Stato alcune competenze che erano state demandate alle Regioni.

Un passo del gambero, più che una riforma, un cambiar tutto affinchè nulla cambi o, per esser più espliciti, un ritorno al passato per fare ordine nel caos; le competenze che tornano allo Stato le ha spiegate ieri il premier Monti:

porti marittimi e aeroporti civili, di interesse nazionale e internazionale, grandi reti di trasporto e di navigazione; ordinamento della comunicazione; produzione, trasporto e distribuzione nazionale dell’energia.

Continua a leggere: Titolo V della Costituzione, cosa cambia nel settore energetico

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: