Il netturbino spaziale.

Sembra incredibile, ma in soli 55 anni di “era spaziale” (da quel lancio dello Sputnik I del 4 ottobre 1957) l’uomo è stato capace di rendere un vero e proprio immondezzaio persino lo spazio; il problema dei rifiuti spaziali è infatti diventato talmente grande che l’Esa ha deciso cosa farà da grande: il netturbino.

Scherzi a parte, nei 55 anni di conquista dello spazio siamo stati capaci di cospargere l’area immediatamente fuori l’atmosfera terrestre di milioni di rifiuti che, secondo la Nasa, potrebbero creare problemi non indifferenti: secondo l’agenzia spaziale americana sono 19mila i rifiuti con dimensioni superiori a 10 centimetri, 500mila con dimensioni tra 1 e 10 centimetri e decine di milioni con dimensioni inferiori al centimetro.

I rifiuti spaziali sono più un problema di quanto non si pensi: questi continuano a gravitare a velocità incredibili e direzioni diverse, a 650km sopra le nostre teste.

Continua a leggere: Rifiuti, l’Esa farà il netturbino spaziale

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: