Qualità dell’aria, l’Italia tra le ultime in Europa.

Secondo il rapporto 2012 dell’Agenzia Europea per l’Ambiente, presentato questa mattina a Bruxelles, l’aria italiana, quella che nei luoghi comuni è un must di italianità, non è la migliore d’Europa, non si piazza neppure sul podio, anzi: è la maglia nera del continente.

Secondo il rapporto, che abbraccia il periodo tra il 2001 ed il 2010, l’Italia ha superato i limiti europei per l’ozono, il monossido di carbonio, il particolato, nichel e benzene: non certamente un buon record, quello nazionale.

Oltre ad essere tra i paesi ad aver superato più spesso il valore dell’ormai famoso Pm10 (fissati dall’Ue nel 2005), anche le concentrazioni di polveri sottili Pm2.5 sono state tra le più alte del Continente; in entrambi i parametri al nostro paese fanno brutta compagnia Polonia, Bulgaria, Slovacchia, Turchia e Repubblica Ceca, paesi per i quali l’esperienza europea è iniziata da molto meno tempo rispetto al Belpaese.

Continua a leggere: Qualità dell’aria, l’Italia tra le ultime in Europa

One Trackback to “Qualità dell’aria, l’Italia tra le ultime in Europa.”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: