Non dimentichiamo.

Il 21 settembre 1990, il giudice Rosario Livatino veniva ucciso dalla mafia agrigentina mentre andava a compiere il proprio dovere in Tribunale; va ricordato che Il presidente Francesco Cossiga lo aveva definito un “giudice ragazzino”, inadatto ad occuparsi di processi di mafia e intrecci con la politica ed invece la sua morte è la dimostrazione che di lotta alle mafia ne era capace.
“Quando moriremo, nessuno ci verrà a chiedere quanto siamo stati credenti, ma credibili” (R. Livatino).

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: