Caldoro si è ricordato di essere stato socialista.

Il governo Monti ha bocciato qualche giorno fa il progetto regionale del Registro dei tumori della Campania a causa del sostanzioso taglio alle spese sanitarie. Ma il registro è uno strumento prezioso per i medici e serve a stabilire in un territorio l’incidenza del cancro attraverso la mappatura dei casi riscontrati e confrontare poi questi dati con i tassi di inquinamento per capire quanto un territorio malato faccia ammalare i suoi cittadini.

Dunque Stefano Caldoro il governatore della Regione Campania fa sapere oggi, come riporta Il Mattino a pag.47 che è intenzionato a salvare il Registro è che il primo passo sarà un decreto commissiariale; il secondo invece, servirà a reperire le risorse economiche pari a 1,5milioni di euro per l’allestimento delle strutture e apparecchiature necessaria a tenere in piedi il registro dei tumori.

Continua a leggere: La Campania salva il Registro dei tumori con un decreto ad hoc

2 commenti to “Caldoro si è ricordato di essere stato socialista.”

  1. Esilarante se non fosse il presidente, ex socialista, della regione Campania imbottita di tonnellate di rifiuti, compresi quelli tossici, provenienti da tutta Italia sulla quale la camorra ed i suoi attuali amici di partito hanno cosdtruito le loro fortune politiche ed economiche. Se avesse un minimo di dignità civile e politica, Caldoro a quest’ora si sarebbe già dimesso non solo da presidente della regione ma da sedicente uomo politico!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: