siamo messi proprio male.

Dopo l’ipotesi della creazione di nuvole artificiali sugli oceani, più stabili ed estese, in grado di schermare e riflettere i raggi solari, contrastando l’aumento delle temperature, continuiamo ad occuparci di geoingegneria. Uno studio condotto da un’équipe di fisici, pubblicato sulla rivista scientifica Environmental Research Letters, ha analizzato i costi di uno schermo artificiale, in grado di ridurre la luce solare che colpisce la Terra, contrastando il riscaldamento globale.

I ricercatori dell’Aurora Flight Sciences, dell’Harvard University e della Carnegie Mellon University, hanno esaminato la fattibilità del metodo, una tra le tecniche che rientrano nel Solar radiation management (SRM), solo in riferimento ai costi, senza tenere conto dei rischi di una simile procedura perché il loro obiettivo era determinare se l’alterazione fosse o meno proibitiva economicamente. Ebbene, non lo è: tutt’altro: i ricercatori sostengono infatti che oscurare parzialmente la Terra è più economico di quanto si possa pensare, vista la portata dell’impresa. Ma come funzionerebbe nello specifico lo schermo artificiale?

Continua a leggere: Oscurare la Terra per ridurre il riscaldamento globale

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: