Archive for agosto 22nd, 2012

agosto 22, 2012

Flagelli: alla scoperta dei ritmi interni dell’organo di movimento degli spermatozoi

flagella

12:47 pm | Nuove scoperte effettuate da scienziati europei stanno fornendo maggiore conoscenze relative a malattie come l’infertilità, che ancora non sono state del tutto comprese. Le scoperte riguardano in particolare…

22 agosto 2012 / Leggi tutto »

agosto 22, 2012

Molecole stabilizzanti d’umore in tè e cioccolato.

cioccolato

01:04 pm | Alcune molecole in cioccolato, mirtilli, lampone, fragole, te’ e altre sostanze hanno una forte somiglianza strutturale con l’acido valproico, una sostanza che agisce come stabilizzatrice dell’umore nelle persone…

22 agosto 2012 / Leggi tutto »

agosto 22, 2012

Antibiotici prima dei 6 mesi di vita e obesità: allo studio un possibile collegamento,

antibiotici

01:09 pm | Trattare i bambini molto piccoli con gli antibiotici li può predisporre al sovrappeso più in là nell’infanzia, secondo uno studio condotto su più di 10.000 baby-pazienti da ricercatori…

22 agosto 2012 / Leggi tutto »

agosto 22, 2012

La camorra si diverte.

Acerra, provincia di Napoli, Piazzolla numero 2 antistante l’inceneritore e deposito di immondizia: prende fuoco l’altra notte. Bruciano 3000 ecoballe, o meglio rifiuti tritovagliati destinati all’inceneritore. Origine dolosa? I carabinieri di Acerra indagano e intanto il disastro ambientale si è compiuto. Nell’aria per chilometri si sono sparsi diossine, veleni di ogni genere e polveri si sono depositate sui campi agricoli.

L’ultimo incendio lo scorso 20 marzo appiccato da mani ignote. Le associazioni Medici per l’Ambiente e Assocampania Felix hanno chiesto l’inibizione dell coltivazoni nel raggio di 5Km:

fino a che non saranno effettuate le operazioni di caratterizzazione, rimozione e bonifica dei combusti, nonché monitoraggio dell’aria circostante l’area interessata, a tutela della salute pubblica.

Continua a leggere: Bruciano 3000 ecoballe a Acerra: annullare le coltivazioni nel raggio di 5Km

agosto 22, 2012

Siccità 2012: aumentano i consumi di frutta e verdura del 10% ma i prezzi restano bassi

Difendersi dal caldo con la frutta: è la strategia degli italiani per superare queste ondate di calore e nel carrello della spesa spariscono caffé, cioccolato e salatini ma si aprono le borse per riempirle di pesche, susine, cocomeri e meloni. Coldiretti stima che le vendite di frutta siano aumentate del 10%. Ma la siccità che sta attanagliando il nostro Paese per ora non incide sui prezzi poiché queste coltivazioni sono irrigue e non dipendono dalla piogge.

Volano i consumi anche di verdure e ortaggi come lattughe, cipolle e radicchio usati per reintegrare i sali minerali e crescono gli acquisti di gelati e di acqua minerale in bottiglia.

Continua a leggere: Siccità 2012: aumentano i consumi di frutta e verdura del 10% ma i prezzi restano bassi

agosto 22, 2012

faremo la fine dei Maya!

Non molto tempo fa elogiavamo le tecniche di risparmio idrico dei Maya, improntate al recupero delle acque piovane in immensi bacini di raccolta, grazie allo sfruttamento della pendenza delle pavimentazioni di strade e piazze ed a letti filtranti in quarzo naturale per la depurazione.

Un risparmio all’ultima goccia che permise ai Maya di sopravvivere a periodi di siccità ricorrenti, riuscendo a sostenere la crescita della popolazione per oltre 1.500 anni. Nonostante tutti gli sforzi, furono proprio i cambiamenti climatici, però, ad avere la meglio, portando all’estinzione della civiltà Maya, ne parlavamo qui. Ma oggi si scopre che la siccità non fece tutto da sola, perché fu aggravata da una mutata gestione delle risorse ambientali dei Maya, prima attenta e parsimoniosa, poi incauta e devastante. Che furono i Maya la causa della fine del loro mondo, lo rivela un recente studio pubblicato sulla rivista Geophysical Research Letters, a firma di Benjamin Cook, dell’Earth Observatory della Columbia University.

Continua a leggere: Siccità e deforestazione: così finì il mondo Maya, così finirà il nostro

agosto 22, 2012

Il prossimo presidente del Consiglio.

agosto 22, 2012

Un anniversario dimenticato.

21 Agosto 1968: i carri armati del Patto di Varsavia entrano a Praga, spezzando l’esperienza della “Primavera”, il tentativo di rinnovamento portato avanti dal Partito Comunista di Dubcek.

E’ singolare come u avvenimento così importante della nostra storia recente sia stato dimenticato dai giornali, dai media in genere, dai social network. Non ho trovato un post su facebook ed anche io onestamente lo avevo lasciato nel dimenticatoio. Eppure i fatti di Praga nella loro drammaticità segnarono un momento importante anche nella sinistra italiana.

Ricordiamo jan Palak e i tanti eroi domenticati di quel mirabile episodio di coraggio e di ribellione.