stampa libera, si fa per dire.

Dati Audipress Vendite Giornali Quotidiani Maggio 2012 Claudio Messora Byoblu Byoblu.com
Di Stefano Davidson

Gli editori dei quotidiani che incassano i milioni di euro dei fondi pubblici conferiti loro annualmente dallo Stato – cioè da noi – pagano i loro collaboratori 2 euro ad articolo. Ma ancora più spesso assolutamente nulla. L’Ordine dei Giornalisti ha chiesto a circa 1000 giornalisti freelance e 4000 giornalisti professionisti di una sessantina di testate, fra cui molte nazionali, di rivelare le condizioni in cui lavorano.

Alcuni esempi? “La Voce di Romagna”, che paga un articolo 2 euro e 50, e “Il Nuovo Corriere di Firenze”, che offre ai collaboratori forfait mensili da 50 a 100 euro. Ad entrambe le testate vanno contributi pubblici per oltre 2 milioni e mezzo di euro l’anno. “La Repubblica” (che rientra nel contributo al “gruppo l’espresso/la repubblica” di oltre 16 milioni di euro) paga 30 euro un articolo di 5000 – 6000 battute. “Il Messaggero” (circa un milione e mezzo di contributi) paga al massimo 27 euro ad articolo. L’“ANSA” paga 5 euro per ogni lancio. L’“APCOM” offre da 4 a 8 euro, ma non paga nulla nel caso in cui l’evento assegnato non si realizzi. “Il Sole 24 ore” (oltre 19 milioni di contributi l’anno) paga 50 centesimi a riga. “Libero” (5 milioni e 451 mila euro di contributi) dà 18 euro anche per un’apertura. “Il Manifesto” (oltre 5 milioni di contributi) pare non paghi alcuno degli articoli scritti dai collaboratori, neanche per le aperture.

LEGGI TUTTO…

2 commenti to “stampa libera, si fa per dire.”

  1. Bisognerebbe che avessimo il coraggio di dire che un giornale è come qualsiasi altro prodotto ed ha diritto di restare sul mercato soltanto se è in grado di farlo. Perchè mai il mio panettiere deve fallire se nessuno compra il pane che produce mentre un giornale che nessuno legge perchè fa più schifo di chi vi scrive, mi riferisco ad un arrampicatore un po’ “smilzo” che era comunista, poi divenne craxiano, era una spia della Cia per sua ammissine, poi divenne berlusconiano e divenne milionario con i soldi delle televisioni, private e pubblica dove ha avuto contratti milionari per trasmissioni che nessuno guarda ma viene pagato lo stesso, resta sul mercato perchè è la voce del padrone. Ovviamente questo è solo un esempio per affermare che chi mette sul mercato, nascono come funghi, un giornale deve essere economicamente autosufficiente altrimenti segue le regole del mercato come tutti gli altri prodotti e non me ne frega nulla di chi ci scrive a tanto a riga, sfruttato, per far fare la bella vita ad un direttore responsabile ed alle grandi firme,le puttane, del potente di turno.
    Sino a quando questo principio non prevarrà nell’opinione pubblica, ammesso che ce ne sia ancora una, smettiamola di parlare di libertà di stampa.
    Eppure un quotidiano scomodo sul mercato c’è e non riceve contributi statali ed è proprio per questo che può continuare a restare scomodo perchè non ha timore reverenziale per nessuno. Naturalmente non viene mai invitato al ricevimento al Quirinale in occasione della festa della Repubblica e può continuare a dire chi se ne frega. Anche se poi, gli attribuiscono la morte per infarto di un Consigliere di Stato perchè ha scritto sulle telefonate che riceveva e soprattutto di ciò che rispondeva a nome suo e di altri ad un cittadino qualsiasi che, provenendo dalla “casta”, veniva trattato con guanti bianchi, considerato un “amico” o un “compare”, un “guagliò” ed i superstiti stanno tramando per mettere il bavaglio non solo alle poche voci di stampa libera e democratica ma anche ai magistrati che non hanno ancora capito che non è affatto vero che la legge è uguale per tutti perchè ci sono alcuni che sono al di sopra ed al di fuori della legge che vale solo per i SUDDITI che si llludono di essere CITTADINI.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: