Archive for luglio 21st, 2012

luglio 21, 2012

Nemo propheta in patria.

Robert Skidelsky

Vi sono circostanze politiche ed istituzionali che possono determinare il segno e la durata delle politiche economiche, più di qualsiasi altro fattore. E’ questo il messaggio che Robert Skidelsky, noto biografo di Keynes, trasmette dalla testata progressista “The New Republic”, tracciando un profilo comparato di quanto avvenuto negli Stati Uniti e nel Regno Unito in materia di politiche di intervento di stampo keynesiano, a partire dal periodo dell’attuale crisi e guardando a ritroso fino al periodo immediatamente successivo al secondo dopoguerra. Continua a leggere »

luglio 21, 2012

Dialogo fra le religioni.

https://quadernisocialisti.files.wordpress.com/2012/07/esterne091704310912171230_big.jpg?w=300

luglio 21, 2012

Ostaggio dell’ingenuità

 
La cooperante Rossella Urru dopo la liberazione: “Lavorerò ancora”
Qualcuno dovrebbe aggiornarla sulla situazione  dell’occupazione in Italia
luglio 21, 2012

Lui la sua olimpiade l’ha già vinta.

luglio 21, 2012

Quando la realtà supera la fantasia.

Spari in sala alla prima di Batman. 12 morti e 59 feriti alla periferia di Denver.

luglio 21, 2012

Il cvalier Hassad.

Bagno di sangue. 

Il presidente dell’Italia dei Valori, Antonio Di Pietro, ha presentato un’interrogazione al presidente del consiglio dei Ministri, Mario Monti, per chiedere se «non ritenga opportuno proporre al Capo dello Stato la revoca immediata dell’onorificenza al presidente siriano Bashar al-Assad». … continua la lettura.

 
luglio 21, 2012

La flora batterica intestinale potrebbe essere il vero “segreto della longevità” »

E. coli bacteria, SEM

01:40 am | Il segreto di una vita lunga potrebbe nascondersi nel tipo di batteri presenti nel sistema digerente. La flora batterica intestinale, infatti, varia molto da persona a persona una…

21 luglio 2012 / Leggi tutto »

Scienza

luglio 21, 2012

Alzheimer: scoperto un legame con i grassi nel sangue.

fatty_cells

01:49 am | Nuovi passi avanti nella comprensione dell’Alzheimer, la malattia neurodegenerativa che colpisce circa 36 milioni di persone in tutto il mondo: secondo uno studio pubblicato su Neurology da un…

21 luglio 2012 / Leggi tutto »

luglio 21, 2012

Una buona notizia.

Cicogna bianca (Foto G. Rannisi) Cicogna bianca (Foto G. Rannisi)

PALERMO – Settanta coppie di cicogne nidificano in Sicilia tra la Piana di Gela, la Piana di Catania, le Province di Siracusa, Agrigento, Trapani e Palermo. E’ record. Vent’anni fa erano ritornate le prime due coppie nidificanti di cicogna bianca, dopo 500 anni di assenza dalla Sicilia. Lo annuncia la LIPU-BirdLife Italia: dal 1992, anno della prima nidificazione a Lentini, il numero di coppie e’ aumentato di anno in anno fino a raggiungere la popolazione attuale. Il primo tentativo avvenuto nel 1991 fini’ male, con l’uccisione di uno dei componenti della coppia.

Nonostante la cicogna bianca sia una specie migratrice, che sverna in Africa per ritornare in primavera nelle aree di nidificazione nel Nord Europa, in Sicilia molti individui si fermano per passare l’inverno. Già a febbraio gli individui residenti sono i primi ad iniziare la nidificazione con il restauro del nido dell’anno precedente.

luglio 21, 2012

Caro Monti molto elegantemente vattelo a prendere in culo.

Acqua: Consulta, no a privatizzazione servizi pubblici Acqua: Consulta, no a privatizzazione servizi pubblici

ROMA – Una “grande vittoria dei movimenti”. Così il Forum italiano dei movimenti per l’acqua, promotore del referendum del 2011, commenta la sentenza della Corte Costituzionale che ha dichiarato l’illegittimità costituzionale dell’articolo 4 della finanziaria-bis 2011 che disponeva la possibilità di privatizzazione dei servizi pubblici da parte degli enti locali. Questa sentenza, che “blocca anche tutte le modificazioni successive, compresa quella del Governo Monti – rileva il Forum – ribadisce con forza la volontà popolare espressa il 12 e 13 giugno 2011 e rappresenta un monito al Governo Monti e a tutti i poteri forti che speculano sui beni comuni. Da oggi, dunque, è chiarito una volta per tutte quello che una grande campagna costruita dal basso, a cui 27 milioni di persone hanno detto sì: l’acqua e i servizi pubblici devono essere pubblici”.