Archive for luglio 4th, 2012

luglio 4, 2012

Troppo buono signor Monti.

luglio 4, 2012

Uno stabilimento di troppo.


Il ricorso della Fiat dopo la sentenza del Tribunale di Roma che le impone di assumere 145 lavoratori con tessera Fiom, ritenendo l’azienda colpevole di discriminazione.

luglio 4, 2012

Modello unico.

luglio 4, 2012

Talen scout.

Attitude Change

Attitude Change


 

Lamberto Tomassini:

‘The recent good performance of Mario Balotelli at the Euro 2012 Championship could help many Italians to change their point of view about immigration. ‘

luglio 4, 2012

Il bosone di Dio.

luglio 4, 2012

Olfatto dell’uomo: scienziati scoprono perché è così poco sviluppato.

Un team europeo di scienziati ha scoperto che il , una struttura del dei che elabora l’input sensoriale dal naso, possiede una caratteristica singolare nell’uomo: si differenzia da quello di tutti gli altri mammiferi perché non si sviluppano nuovi in questa zona dopo la nascita. Questa scoperta potrebbe far luce sul motivo per cui gli esseri umani non hanno il senso che hanno gli animali. Lo studio, presentato sulla rivista Neuron, è stato finanziato in parte dal Consiglio europeo della ricerca (CER) nell’ambito del Settimo programma quadro dell’UE (7° PQ). Questo progetto è stato condotto dal Karolinska Institutet in Svezia, in collaborazione con ricercatori in Francia, Austria e Svezia.

Nei mammiferi adulti i nuovi si formano in due regioni del : l’ippocampo e il . La memoria è collegata all’ippocampo e l’interpretazione degli odori è associata al . Nonostante gli sforzi compiuti per aumentare la nostra comprensione circa la formazione di nuove cellule nervose nel umano, non è mai emersa una risposta chiara… finora.

I ricercatori impegnati in questo studio hanno messo insieme questo puzzle stimando l’età delle cellule. Per questo scopo, hanno misurato la quantità di isotopi radiottivi di carbonio-14 contenuti in queste cellule. Il carbonio-14 (14C) è un isotopo radioattivo naturale del carbonio presente nei materiali organici e quindi incorporato nel DNA quando le cellule vengono prodotte. Il suo decadimento viene usato come metodo di datazione. I ricercatori hanno osservato che i del nei soggetti adulti umani avevano livelli di carbonio-14 che corrispondevano a quelli nell’atmosfera al momento della loro nascita. Non vengono prodotti nuovi in questa parte del , distinguendo quindi l’uomo dagli altri mammiferi.

luglio 4, 2012

Chirurgia al laser per interventi che riguardano cervello o midollo spinale.

Gli interventi chirurgici sono diventati quasi prassi comune, ma la delicatezza delle procedure mediche che riguardano il e il spinale spingono medici e pazienti a prendere in considerazione altre alternative. La situazione potrebbe tuttavia cambiare, grazie ad alcuni ricercatori europei che hanno sviluppato un per la mini-invasiva del . Si tratta del risultato di un progetto interdisciplinare dell’UE in cui sono stati coinvolti partner provenienti da sette paesi europei, creando un sistema a stato solido da tavolo che riesce a tagliare il tessuto con una precisione senza precedenti. Il progetto in questione, chiamato MIRSURG (“Mid-infrared solid-state systems for minimally invasive surgery”), ha ottenuto quasi 2,8 milioni di euro di finanziamenti nell’ambito del tema “Tecnologie dell’informazione e della comunicazione” (TIC) del Settimo programma quadro dell’UE (7° PQ).

L’ispirazione per il progetto arrivò nel 1999, quando gli scienziati della Vanderbilt University negli Stati Uniti rimossero un tumore al di un paziente con un a elettroni liberi a una lunghezza d’onda di 6,45 micron. La lunghezza d’onda è importante, in quanto questa lunghezza d’onda nella regione spettrale del medio infrarosso era stata riconosciuta essere la più adatta per tali operazioni chirurgiche in una serie di primi esperimenti con differenti tessuti molli. Nonostante questo riscontro, tale know-how tecnologico non è stato trasferito nella sala operatoria, in quanto le dimensioni dell’attrezzatura necessaria non andavano bene; i ad elettroni liberi, per esempio, sono impianti enormi e gli impianti basati su acceleratore sono costosi e in genere non adatti per l’uso di routine in ambiente clinico.

luglio 4, 2012

Quando la normalità diventa notizia.

'Caretta caretta' depone 82 uova a Lampedusa ‘Caretta caretta’ depone 82 uova a Lampedusa

Dopo due anni di assenza una femmina di tartaruga marina ”Caretta caretta” e’ tornata a deporre le sue uova nella spiaggia dei Conigli, nella Riserva Naturale ”Isola di Lampedusa”. Lo ha reso noto Legambiente Sicilia, che gestisce la riserva per conto della Regione Siciliana.

Per l’associazione la deposizione delle uova e’ ”un dato importante che conferma, anche per il sito di Lampedusa, la fedelta’ della specie al sito riproduttivo”.

Il nido, contenente 82 uova, e’ stato deposto dallo stesso esemplare che era stato marcato nel 2006 e che nel 2009 era tornato e aveva deposto cinque nidi. La tartaruga e’ stata avvistata dal personale della Riserva Naturale, che ha provveduto a recintare e segnalare il nido per evitare ogni possibile danneggiamento sia da parte di eventuali predatori che dalla presenza dei bagnanti. Il nido verra’ costantemente sorvegliato per tutto il periodo di incubazione di circa 60 giorni dal personale della Riserva Naturale coadiuvato dai volontari di Legambiente.

luglio 4, 2012

I ghiacciai delle Alpi bavaresi potrebbero sparire entro 30 anni.

Alpi senza ghiacciai a breve. E’ questa l’ennesima sentenza che arriva questa volta dal fronte tedesco attraverso un avviso della Regione della Baviera che avverte che le sue Alpi potrebbero restare senza ghiacciai entro i prossimi 30 anni. Confermando di fatto quanto detto una quindicina di giorni fa al Forum di Trento.

Le temperature nella zona sono aumentate di circa 2 gradi Celsius (3,6 gradi Fahrenheit) negli ultimi secoli – circa il doppio della media mondiale- secondo quanto riferito dal ministro dell’Ambiente bavarese Marcel Huber durante una presentazione del rapporto sullo stato dei ghiacciai. Per cui quattro dei cinque ghiacciai della regione potrebbero sciogliersi completamente.

Continua a leggere: I ghiacciai delle Alpi bavaresi potrebbero sparire entro 30 anni

luglio 4, 2012

Bosone di Higgs esiste scoperta particella di Dio.

  • Una delle apparecchiature utilizzate dal Cern di Ginevra per gli esperimenti Una delle apparecchiature utilizzate dal Cern di Ginevra per gli esperimenti

E’ chiamata ‘particella di Dio’ perché grazie ad essa ogni cosa ha una massa e la materia esiste così come la conosciamo. I fisici preferiscono chiamarlo bosone di Higgs, dal nome del britannico Peter Higgs, che nel 1964 ne aveva previsto l’esistenza.

Una particella come questa è necessaria: è l’ultimo mattone del quale la fisica contemporanea ha bisogno per completare la principale delle sue teorie, chiamata Modello Standard. Questo é una sorta di “catalogo della materia” che prevede l’esistenza di tutti gli ingredienti fondamentali dell’universo così come lo conosciamo. Comprende 12 particelle elementari organizzate in due famiglie: i quark e i leptoni, che sono i veri e propri mattoni della materia (presenti nell’infinitamente grande, come nelle galassie, negli stessi esseri umani come nel mondo microscopico). Comprende inoltre una famiglia di altre 12 particelle, che sono i messaggeri delle tre forze della natura che agiscono nell’infinitamente piccolo (chiamate forza forte, elettromagnetica e debole).

Di queste particelle-messaggero fanno parte i componenti elementari della luce chiamati fotoni, e i gluoni, che sono la colla che unisce fra loro i mattoni della materia, come i quark nel nucleo dell’atomo. Tutti questi componenti della materia sarebbero inanimati senza una massa: è il bosone di Higgs che li costringe a interagire tra loro e ad aggregarsi. Per questo in una delle descrizioni più celebri paragona il bosone di Higgs ad un personaggio famoso che entra in una sala piena di persone, attirando intorno a sé gran parte dei presenti. Mentre il personaggio si muove, attrae le persone a lui più vicine mentre quelle che lascia alle sue spalle tornano nella loro posizione originale e questo affollamento aumenta la resistenza al movimento. Vale a dire che il personaggio acquisisce massa, proprio come fanno le particella che attraversano il campo di Higgs: le particelle interagiscono fra loro, vengono rallentate dall’attrito, non viaggiano più alla velocità della luce e acquisiscono una massa.