In caso di terremoto, lo stato non rimborserà più i danni ai cittadini.

Un regalo miliardario per le grandi compagnie assicurative.
In caso di terremoto, alluvione, o di ogni altra catastrofe naturale, lo Stato non pagherà più i danni ai cittadini. Che, dunque, per vedere la casa o l’azienda ricostruita, avranno una sola strada: ricorrere all’assicurazione ‘volontaria’. Il provvedimento – nero su bianco – è inserito nel decreto che riforma la Protezione Civile e nel quale, tra l’altro, viene confermata la ‘tassa sulla disgrazia’, con un’unica differenza rispetto alle versioni precedenti: le Regioni non avranno più l’obbligo di alzare fino ad un massimo di cinque centesimi l’accise sulla benzina, ma avranno la facoltà di farlo.
Quella che doveva essere una norma per riordinare l’intero sistema di Protezione Civile e restituirgli l’efficienza in caso di emergenza che il commissariamento voluto da Tremonti gli aveva tolto, rischia dunque di rivelarsi una beffa per i cittadini. È vero che il provvedimento prevede già un «regime transitorio anche a fini sperimentali» e dunque non diventerà  né immediatamente operativo – entro 90 giorni dovrà essere emanato un regolamento che stabilisce «modalità e termini» per l’avvio del regime assicurativo – né lo sarà, probabilmente, passati i tre mesi. Ma è evidente che si tratta del primo passo per mettere la politica di fronte ad un problema di cui si dibatte da anni: quello dell’assicurazione in caso di calamità, perché‚ lo Stato non è più in grado di fare fronte alle spese.

3 commenti to “In caso di terremoto, lo stato non rimborserà più i danni ai cittadini.”

  1. Ma Bersani sapeva che cosa votava quando ha votato il pareggio di bilancio in Costituzione? Una vera BESTIALITA’!!!
    L’assicurazione in caso di calamità è figlia legittima di tale bestialità! Monti lo sapeva benissimo i quaquaraquà del Pd, no per non parlare del Pdl che sanno solo dove hanno la bocca per sparare cazzate!
    Tra qualche ora vedremo si gli elettori glielo avranno ricordato!

  2. Uno stato sempre più assente!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: