Archive for maggio 12th, 2012

maggio 12, 2012

Mia Martini – Salvami

prima versione di “Minuetto” con testo completamente diverso. Questo era un testo alternativo che metteva in risalto tutto il disagio della sua vita e forse è per questo che decisero di usare l’altro testo di Califano, molto più commerciale.

maggio 12, 2012

Il Brasile apprezza Hollande.

Le ministre brésilien des Finances, Guido Mantega, a dit jeudi que son pays s'inquiétait de l'aggravation de la crise en Europe et a défendu les propositions du président français élu, François Hollande, en tant que contrepoids à la politique d'austérité

Le ministre brésilien des Finances, Guido Mantega, a dit jeudi que son pays s’inquiétait de l’aggravation de la crise en Europe et a défendu les propositions du président français élu, François Hollande, en tant que contrepoids à la politique d’austérité | Nicholas Kamm

Zoom

Le ministre brésilien des Finances, Guido Mantega, a dit jeudi que son pays s’inquiétait de l’aggravation de la crise en Europe et a défendu les propositions du président français élu, François Hollande, en tant que contrepoids à la politique d’austérité.
“Ce qui m’inquiète le plus, c’est la situation internationale, c’est la situation des pays européens qui aujourd’hui font face à une aggravation de la crise”, a dit M.

Mantega à la presse.
Il a souligné toutefois que le Brésil était prêt à affronter ces incertitudes grâce à la force de son marché intérieur.
“Le président français (élu) a des positions correctes, parce qu’il dit qu’il ne suffit pas de faire un ajustement budgétaire ou de réduire les dépenses. Il faut aussi encourager l’économie, c’est une position que nous avons défendue”, a affirmé M. Mantega.
Ce dernier a adopté le même ton que celui de la présidente Dilma Rousseff qui, dimanche, a envoyé un message à M. Hollande, le félicitant pour ses prises de position dans le domaine économique.
En Europe, “il est démontré que la stratégie consistant à n’adopter que l’ajustement budgétaire, la réduction des dépenses, des salaires et les licenciements, ne fonctionne pas. Ils font face à cette dure réalité qui, de fait, a déjà renversé plusieurs présidents et Premiers ministres”, a déclaré M. Mantega.

maggio 12, 2012

Sosteniamo il “Manifesto”


I liquidatori……
Il Manifesto “Cessazione immediata dell’attività aziendale”……Un altro pezzo della nostra storia politica se ne va…..??? Speriamo di no.
Compagni andate in edicola a comprarlo. Tutti i giorni.
maggio 12, 2012

la rete è politica allo stato puro. Le prossime elezioni si vincono sulla rete.

Il fenomeno del Movimento Cinque Stelle può essere anche interpretato attraverso la Rete. Internet non si sta più affiancando ai cosiddetti mainstream, ai telegiornali e alle televisioni, ma li sta lentamente sostituendo. La Rete è una conversazione tra persone che possono verificare le informazioni, che possono discuterne tra di loro. Non è quindi un media broadcasting, da uno a molti. Per questo sta trasformando completamente il modo di fare comunicazione. La Rete sta diventando un’agorà molto estesa, sempre più complessa.

La Rete è politica allo stato puro, questa politica, oggi, si sta manifestando maggiormente negli Stati Uniti per le elezioni presidenziali.
infografica_interna.jpg Le prossime elezioni americane si vinceranno o si perderanno in Rete, la presenza e l’interesse che i candidati hanno sui social media è massima, in particolare sui principali 3 social media che sono You Tube, Facebook e Twitter. Facendo una valutazione di come i candidati si stanno posizionando, si può vedere che l’attuale posizionamento vede Barack Obama prevalere su tutti, in tutti e tre i social media, seguito quasi sempre o da Ron Paul o da Newt Gingrich e comunque a una notevole distanza.
Facendo un’analisi molto approssimativa, in questo momento ancora abbastanza lontano dalle elezioni presidenziali si può dire che Obama ha già vinto. Ma si vedrà.

In particolare, poi, se confrontiamo i numeri dei candidati alle presidenziali Usa nei diversi social media, con quelli di Beppe Grillo si può vedere che su Twitter, You Tube e Facebook, Grillo si posiziona così: al terzo posto su Twitter (dietro Obama e Gingrich) con 541mila follower, al secondo su You Tube (dopo Barack Obama) con 89 mila iscritti al canale e al quarto posto su Facebook (dopo Obama, Romney e Paul) con 825 mila fan.

maggio 12, 2012

La regione Campania vicina al fallimento.

556223 390772727641935 121696874549523 1191566 122808114 n La Regione Campania tra vele e fallimento

Più che una notizia è una conferma…lo si sapeva da tempo che la Regione Campania fosse alla frutta…ma per i nostri amministratori regionali e per qualche quotidiano locale sembra una sorpresa.

Caldoro, il governatore, annuncia al popolo napoletano : “La Regione Campania è vicina (vicina ???) al default…”

L’ammontare?…500 milioni di debiti l’anno…una bella cifretta…non c’è che dire!

Sono a rischio non certo gli emolumenti dei consiglieri né quello del governatore, ma quelli, guarda un po’, dei lavoratori dei trasporti, dell’ambiente e della forestazione…circa 10.000 persone.

Dopo aver praticamente azzerato la Sanità e costretto i cittadini campani ad esborsi indecenti per una semplice visita o per un semplice controllo…dopo aver cancellato le linee di collegamento tra centro e periferia (la Circumvesuviana è al tracollo) ora si pensa ad un uguale “intervento” anche per gli altri servizi di un welfare che tale non è più.

maggio 12, 2012

e mentre l’Europa affonda, noi leggiamo di sport.

 Dati Audipress Vendite Giornali Quotidiani Maggio 2012 Claudio Messora Byoblu Byoblu.com

La raccolta pubblicitaria dei quotidiani negli USA ha recentemente conosciuto un repentino tracollo verticale, tornando al livello degli anni ’50. La pubblicità si è spostata in rete. Lo stesso, più gradualmente e con il consueto ritardo, sta avvenendo in Italia. I giornali perdono copie a un ritmo vertiginoso. La tabella soprastante, basata sui dati Audipress pubblicati ieri, fotografa la variazione tra l’ultimo quadrimestre del 2011 e il primo trimestre 2012. Il Corriere perde 77mila lettori, Repubblica 12mila, La Stampa 96mila. Ad ogni rilevazione i quotidiani perdono ciascuno un bacino di utenza pari ad uno stadio di media o di elevata capacità.LEGGI TUTTO…

maggio 12, 2012

Euro, un fallimento annunciato. Venti anni fa il keynesiano Wynne Godley spiegava perché non poteva funzionare.

 

L’articolo che pubblichiamo di seguito ha venti anni.  L’autore, Wynne Godley, noto economista britannico Post Keynesiano e collaboratore del Tesoro del Regno Unito, individua i problemi nella costruzione dell’Unione Monetaria a partire dal Trattato di Maastricht. In particolare sottolinea come il Trattato sottintendesse un’impostazione ideologica per la quale gli Stati non devono occuparsi di politica economica e tutto ciò che è richiesto per far funzionare il sistema è una banca centrale, indipendente dalla politica, che si occupi di controllare l’inflazione. L’assenza di un Tesoro federale con un debito pubblico monetizzabile, di un fisco e di un welfare federali, di “stabilizzatori automatici” e trasferimenti tra regioni, porterà inevitabilmente alla rottura dell’Unione monetaria, appena uno dei suoi membri si trovasse in forti difficoltà per qualsiasi motivo. Insomma, quella che segue è la cronaca di un fallimento annunciato.

Continua a leggere »

maggio 12, 2012

Il nuovo che avanza: candidata alla camera con il PSI di Craxi, ora candidata a sindaco di Beppe Grillo a gorizia.

IL NUOVO CHE AVANZA: Dopo la candidatura alla Camera dei Deputati nel 1992 con il Partito Socialista di Bettino Craxi, è ancora lì in prima fila, candidata a sindaco del Movimento 5 stelle di Gorizia.

Peccato che sia stata sconfitta, ma non demorda: tra un anno si vota per le elezioni politiche e una poltrona in parlamento questa volta potrebbe acciuffarla.

cliccare per credere:
http://www.beppegrillo.it/listeciviche/liste/gorizia/2012/05/curriculum-manuela-botteghi-candidato-sindaco.html

maggio 12, 2012

e intanto il “Manifesto” chiude.

maggio 12, 2012

La frase del giorno. Forse del ventennio.

Da “La Repubblica” , davvero.