Archive for maggio 11th, 2012

maggio 11, 2012

Un, due , tre, stella!


Così accade che Monte dei Paschi patteggia per 260 milioni a fronte di un contenzioso di 1,08 miliardi di euro; Banca Intesa patteggia per 270 milioni a fronte di un contenzioso da1,65 miliardi che risale al 2010, cui si sommano 119 milioni come indicato nella relazione al 30 settembre 2011; la Banca popolare di Milano ha pagato 186 milioni di euro per sanare la pendenza con il fisco che aveva riscontrato 313 milioni di euro da corrispondersi per il periodo 2004 – 2008; Unicredit per il momento ha pagato 99 milioni di euro relativi all’anno 2005, ma avrebbe una transazione in corso che prevede il pagamento di altri 200 milioni di euro che chiuderebbero definitivamente le pendenze con il fisco; il Credem da 45 milioni.
maggio 11, 2012

Lui ce la metterà tutta.

 

maggio 11, 2012

Grecia a sorpresa si a un governo di coalizione.

 

Sinistra Democratica tradisce i suoi elettori e dice si a un governo con socialisti e conservatori. Che tentano di coinvolgere Syriza, che però nei sondaggi è data come prima forza del paese a scapito di tutte le altre. Intanto Berlino scarica Atene: fuori dall’eurozona.

Nonostante abbia fatto campagna elettorale ‘contro il memorandum’ – cioè contro l’accordo tra Atene e la Troika a base di tagli, licenziamenti e privatizzazioni – il partito socialdemocratico di Fotis Kouvelis ha detto ieri si ad un governo di coalizione con i due partiti che nonostante lo schiaffo degli elettori di domenica continuano a difendere le pretese dell’Unione Europea e del Fondo Monetario Internazionale.

Incontrando il leader del Partito Socialista Panellenico Evanghelos Venizelos – a lui tocca, dopo il fallimento di Nuova Democrazia e Syriza il difficilissimo compito di formare un esecutivo – l’ex esponente della Sinistra Radicale e fondatore di Sinistra Democratica ha detto il suo si all’ingresso in un governo che accetti ‘criticamente’ gli impegni che le precedenti maggioranze hanno intrapreso.

maggio 11, 2012

Monti promuove De Gennaro sottosegretario e D’alema si congratula.

Mario Monti promuove Gianni De Gennaro alla carica di sottosegretario alla sicurezza del Governo. D’Alema soddisfatto. Do you remember Diaz and Bolzaneto?

Il Consiglio dei ministri, su proposta del Presidente del Consiglio Mario Monti, «ha deliberato la nomina a sottosegretario di Stato della presidenza del Consiglio del Prefetto Gianni De Gennaro, che cessa dalle funzioni di Direttore del Dis». A darne conferma è il comunicato di Palazzo Chigi, emesso al termine del Cdm.
Un’altra promozione nei confronti di uno dei protagonisti degli abusi nei confronti dei manifestanti inermi durante le contestazioni al g8 di Genova del 2001.
Il primo ad esprimere soddisfazione per la promozione è il dirigente del Partito Democratico Massimo D’Alema. «Ho preso atto della positiva decisione del presidente del consiglio di nominare il prefetto Gianni De Gennaro autorità delegata per la sicurezza della Repubblica e della sua sostituzione, nel ruolo di direttore generale del Dis, con l’ambasciatore Giampiero Massolo, la cui designazione mi é stata preventivamente comunicata ai sensi della legge 124 del 2007»

maggio 11, 2012

Il Righi di Roma dice no all’ANPI.

 

Niente assemblea con una partigiana dell’Anpi in un liceo romano. Il Consiglio d’Istituto ha detto no per paura che i fascisti la contestino. Ignavia o alibi?

Il Consiglio d’istituto del liceo Righi ha detto di no alla preventivata assemblea con Giovanna Marturano, centenaria e battagliera partigiana, oltre che presidente onoraria dell’Anpi della Capitale. L’assemblea con gli studenti sulla Resistenza era fissata per questa mattina. Ma il Consiglio d’istituto ieri ha deciso (con 5 sì e 4 no, compreso quello della preside, e 4 astenuti) che non si doveva fare. Per «il timore di contestazioni da parte di frange dell’estrema destra». Secondo l’Anpi la decisione è stata adottata sull’onda di quanto successo alcuni giorni fa in un altro liceo romano, l’Avogadro, dove il partigiano Mario Bottazzi è stato interrotto, dileggiato e contestato da tre fascistelli che pretendevano che al dibattito partecipasse anche un reduce della filonazista Repubblica di Salò.

maggio 11, 2012

C’è chi dice sì!

pier-luigi-bersani_e_la_castaPier Luigi Bersani ha parlato chiaro subito dopo le elezioni: “I nostri elettori hanno compreso la scelta di sostenere il governo Monti”. Eppure alcune scelte rimangono incomprensibili. Non c’è alibi che tenga. Monti o non Monti. Come quella di votare contro l’emendamento presentato il 2 maggio dai senatori Idv Belisario, Pardi, Lannutti e Bugnano che ha reso possibile un taglio alle stellari pensioni dei funzionari di Stato (a votare a favore, addirittura, anche la maggior parte dei senatori del Pdl): ben 69 senatori targati Pd (su 94 totali) hanno deciso di votare contro. Anna Finocchiaro, capogruppo Pd al Senato, ha subito precisato: “Ce l’aveva chiesto il Governo”. Come se fosse una giustificazione più che valida. Ma il Governo non ci sta a tagliare lì dove si potrebbe tagliare. Ci mancherebbe. E infatti, in discussione alla Camera, ha proposto di reinserire la norma cancellata. Secca risposta del partito che ha presentato l’emendamento: “L’IdV non consentirà che alla Camera si riproponga una norma iniqua e vergognosa in un momento così drammatico per la nostra economia”, ha detto Antonio Di Pietro. Smascherando (politicamente) l’esecutivo.

maggio 11, 2012

Sondaggio SPINCON: CSX +9,5%, Coalizione Monti al 55,5%. M5S al 12%, soffrono PDL, UDC, FLI, IDV e SEL

Spincon ha pubblicato oggi un sondaggio per L’Opinione.it.
Qui il sondaggio precedente.
Da questa volta sono censiti Grande Sud ed il Partito Socialista Italiano.
Nel CDX crescono LD e LN, PDL in calo.
TPI molto debole, sotto il 10%, UDC sotto il 6% in forte contrazione. FLI sotto il 3%.
CSX in calo, specialmente IDV e SEL.

PDL in calo.

TPI molto debole, sotto il 10%, UDC sotto il 6% in forte contrazione. FLI sotto il 3%.
CSX in calo, specialmente IDV e SEL.
Anche Spincon vede un’impennata del M5S che sale al 12%.
Job Approval in calo, quello di Monti è sotto il 36%, quello del Governo al 33%

 

maggio 11, 2012

Zapatistas: Crónica de una Rebelión Parte 1

maggio 11, 2012

Anche in Italia arriva il microcredito.

Immagine: Etimedia.org

Nasce “MxIT-Microcredito per l’Italia”, impresa sociale creata da Etimos Foundation per diffondere in Italia un modello innovativo di microcredito, che si rivolge non solo alle famiglie ma anche e soprattutto alle piccole e microimprese, con un’attenzione particolare al segmento delle start-up. Un autentico strumento di welfare, crescita e sviluppo, lontano da logiche assistenziali, che si basa su un modello completo di intervento e si distingue nel panorama nazionale della microfinanza per efficacia, sostenibilità economica, alto impatto sociale e trasparenza nella comunicazione (gli aggiornamenti dei dati sulle erogazioni sono pubblicati online in tempo reale).

Il banco di prova, superato con successo, è il progetto “Microcredito per l’Abruzzo” coordinato da Etimos Foundation, che ha dimostrato tutta la sua efficacia come strumento di sostegno alla popolazione colpita dal devastante sisma del 2009: 4 milioni 483mila euro di crediti erogati da gennaio 2011 a fine aprile 2012, per un totale di 223 finanziamenti che hanno permesso l’accesso al credito a soggetti che altrimenti ne sarebbero stati esclusi, in quanto incapaci di offrire le garanzie patrimoniali o personali normalmente richieste dalle banche. Forte di questi risultati, la fondazione ha intrapreso un percorso per replicare l’esperienza in altri territori italiani con una funzione che non è più quella di sostegno post emergenza, ma di supporto per affrontare la crisi economica e la stretta del credito.

maggio 11, 2012

Provenzano tartassato da equitalia.

4Mi piace · · Condividi