Archive for aprile 17th, 2012

aprile 17, 2012

Con quelle tette può fare ciò che vuole.

Nicole Minetti alle prese con un ballo vestita da suora, tipo Sister act, e Iris Berardi travestita invece da Ronaldinho, anche lei alle prese con performance in balli osè. E’ quanto racconta nell’aula del processo Ruby, a carico dell’ex premier Silvio Berlusconi, Imane Fadhil, la marocchina che nel processo parallelo a carico di Emilio Fede, Lele Mora e della stessa Minetti, attuale consigiere regionale del Pdl in Lombardia, è parte civile. In aula sfilano giovani ‘pentite’ ospiti ad Arcore durante i presunti festini a luci rosse. Sicura e decisa, Imane Fadil racconta quasi con noncuranza le serate di Arcore.
Al processo sul caso Ruby, quello in cui l’ex premier è imputato di concussione e prostituzione minorile, è stato giorno delle ‘arcorine’ pentite. La modella marocchina Imane ha parlato per quasi quattro ore. Rispondendo alle domande del pm Antonio Sangermano ha ammesso che alcune ragazze ospiti alle feste di Arcore avrebbero “fatto sesso” dietro compensi con l’ex presidente del consiglio. Ha raccontato di aver saputo che c’erano stati rapporti a pagamento tra Berlusconi e una ragazza di nome Joanna e con una ragazza del Guatemala. “C’ erano esborsi specifici per le ragazze che si fermavano la notte ad Arcore, loro prendevano di più”, ha aggiunto Imane. E le giovani ospiti dei presunti festini “facevano di tutto per potersi fermare la notte”. A organizzare le feste, ha sempre confermato Fadil, era Nicole Minetti.”

aprile 17, 2012

Quanto mi sei costato!

La procura di Napoli che contesta i reati di associazione per delinquere finalizzata alla truffa ai danni dello Stato, ha chiesto e ottenuto, con la custodia cautelare in carcere di Lavitola, gli arresti domiciliari per Santo Antonio Bifano, rappresentante legale  della società Servizi soluzioni  professionali, Roberto Cristiano, giornalista e indicato come prestanome del senatore del Pdl Sergio De Gregorio, Patrizia Gazzulli, segretaria particolare del parlamentare e giornalista, Vincenzo Ghionni, responsabile contabile della società International Press e pubblicista (per quest’ultimo misura è quella del carcere) e dello stesso senatore De Gregorio, per il quale è stata trasmessa alla giunta per le autorizzazione a procedere del Senato la misura per la quale vengono disposti gli arresti domiciliari. Secondo l’accusa, Lavitola “quale dominus e coamministratore di fatto della International Press”, De Gregorio “quale socio effettivo dal 1997 e coamministratore occulto” della stessa società ed altri dieci indagati hanno fatto risultare che l’editrice dell’Avanti, possedesse i requisiti di legge per ottenere i contributi previsti dalla legge per l’editoria: in tutto 23 milioni e 200mila euro ricevuti dal 1997 al 2009.
Il commercialista Andrea Vetromile, ex responsabile dei conti di alcune società del senatore de Gregorio, ha detto che quest’ultimo aveva rapporti “con esponenti di vertice della Guardia di Finanza, dei Carabinieri e della polizia di Stato”, ma anche “molto stretti” con il generale Nicolò Pollari, ex capo del Sismi. In questo filone d’indagine sono coinvolti anche gli indagati Filippo Giovanni Marzocco e Antonino Lauro per i quali è stato disposto l’obbligo di firma.
Il 16 febbraio 2011, Vetromile ha raccontato ai pm anche di un altro rapporto con funzionari del Sismi di De Gregorio. In questo caso si tratta del tenente colonnello dei carabinieri Lorenzo Villafranca, “persona di De Gregorio, utilizzato in varie vicende e non escludo lo stesso sia stato anche contrattualizzato come dipendente consulente o qualcosa d’altro in una società riferita al gruppo imprenditoriale De Gregorio – ha spiegato Vetromile -. Ricordo che forniva a De Gregorio delle sim dati di cellulari con le quali si poteva parlare in modo riservato. De Gregorio pagava lo stipendio per i servigi che gli rendeva pari a 5mila euro al mese. Egli doveva fornire notizie riservate al De Gregorio. Preciso che la frequentazione tra De Gregorio e Villasanta si è instaurata a partire dal 2006, epoca in cui De Gregorio è diventato senatore”. Villasanta entrò nei servizi segreti nel 2000, ma nel 2008 fu coinvolto in una indagine per estorsione e lasciò il Sismi.
Il Presidente del Senato, Renato Schifani, ha deferito alla Giunta competente la richiesta di autorizzazione a procedere all’esecuzione della misura cautelare degli arresti domiciliari avanzata dal Gip del Tribunale di Napoli nei confronti del senatore Sergio De Gregorio. Lo rende noto un comunicato dell’ufficio stampa del Senato. La Giunta per le immunità del Senato si occuperà del caso De Gregorio tra mercoledì sera e giovedì mattina.
Agli atti anche le dichiarazioni di Andrea Vetromile, commercialista e collaboratore di De Gregorio, interrogato come teste dai pm di Napoli. “Il suo passaggio al centrodestra fu lautamente remunerato. I colloqui con Berlusconi furono favoriti dallo stesso Lavitola”.

aprile 17, 2012

Cooly noody.

CULinARIA

aprile 17, 2012

Toglietegli tutto, ma non il finanziamento.

aprile 17, 2012

Tutti assolti.


Strage di Brescia, 8 morti e 102 feriti. Dopo 36 anni: nessun colpevole.
La vignetta oggi su Liberazione.

aprile 17, 2012

Non l’hanno voluto nemmeno a Castrocaro.

aprile 17, 2012

Salute: Ministero, primi fondi defibrillatori esterni erogati nel 2011.

in ambito extra-ospedaliero, il precisa di aver provveduto nel mese di dicembre 2011 a erogare la prima parte del finanziamento per i Programmi regionali per la diffusione dei automatici e semiautomatici esterni (), presentati da tutte e 21 le Regioni e Province autonome entro il 31 luglio 2011 e valutati positivamente dal Comitato per la verifica dei livelli essenziali di assistenza (LEA) nella seduta del 25 novembre 2011.

 

La presentazione dei Piani e l’erogazione del contributo sono avvenuti in ottemperanza al Decreto ministeriale del 18 marzo 2011 (”Determinazione dei criteri e delle modalita’ di diffusione dei automatici esterni”) previsto dall’art. 2 comma 46 della Finanziaria 2010. La spesa autorizzata – sottolinea il Ministero – e’ di 4 milioni di euro per l’anno 2010 (ovvero la somma erogata a dicembre) e di 2 milioni per ciascuno degli anni 2011 e 2012.

Il primo finanziamento era subordinato all’approvazione dei Piani regionali, mentre il secondo e il terzo avverranno dopo la presentazione da parte di ogni singola Regione delle relazioni sulle tre fasi di attuazione del programma e alla loro valutazione positiva da parte del Comitato LEA.

aprile 17, 2012

I tre enzimi per la perfetta divisione cellulare.

Grazie a uno studio su cellule di lievito è stato possibile individuare tre per far sì che e abbiano esattamente 23 ciascuno. Gli , denominati , e agiscono in sinergia per regolare il crossing over, il processo di scambio che porta alla formazione di ricombinanti, contenenti alcuni geni di origine materna e alcuni di origine paterna.

Com’è noto le cellule umane hanno un corredo di 46 , 23 di origine materna e 23 di origine paterna. Se il numero non è corretto, la cellula viene di solito eliminata, e se questo non accade possono insorgere patologie più o meno gravi; nel caso della sindrome di Down, per esempio, c’è una copia in più del cromosoma 21.

Un gruppo di ricerca dell’università della California a Davis, guidato dal microbiologo Neil Hunter, ha ora scoperto uno strumento biologico essenziale per far sì che e abbiano esattamente 23 ciascuno, aprendo la strada a una migliore comprensione e dei meccanismi della fertilità e delle malattie ereditarie dovute ad anomalie cromosomiche.

aprile 17, 2012

Capannori consegna gli orti comunali.

orti comunali a capannori

La rivoluzione ambientale passa per un orto casalingo: ne siamo convinti. Ecco che ogni qual volta un amministrazione comunale decide di dare una parte del suolo pubblico a persone che decidono di impegnarsi nella cura di un orto siamo propensi a scriverne. Dopo l’orto pubblico come nell’Antica Roma ecco l’iniziativa del Comune di Capannori: a 12 cittadini sono stati consegnati appezzamenti di 30 metri quadri ognuno. Il patto è che coltivino l’orto senza ricorrere a concimi e fertilizzanti chimici e i prodotti non potranno essere venduti.

Capannori, comune nella provincia di Lucca fa oltre 46mila abitanti e ci sembra che al momento la rivoluzione orticola sia più simbolica che di sostanza. Da un amministrazione che ha puntato tutto sui rifiuti zero ci si aspetta qualcosina in più.

Comunque dal comunicato stampa ci fanno sapere che ci sono altri appezzamenti disponibili e che altri 3 saranno consegnati la prossima settimana. Chi fosse interessato può mettersi in contatto con l’ufficio patrimonio, tel. 0583/428311.

aprile 17, 2012

AEEG: in bolletta elettrica il 13% per le rinnovabili.

bolletta trasparente e costo reale delle rinnovabili

Quanto incidono le rinnovabili, le assimilate (inceneritori & co.) e il fotovoltaico in bolletta elettrica? A leggere le stime dell’AEEG che calcola gli incentivi del IV Conto energia di aprile 2012 sulla bolletta elettrica, si scopre che su una spesa annua di 515 euro (consumi medi di una famiglia pari a 2700 kWh/anno e contatore da 3 kW) si pagano circa 68 euro di tasse, mentre il 13% ossia circa 66 euro è riservato alle rinnovabili. I benefici economici derivati dalle rinnovabili e stimati dallo studio OIR – AGICI nel periodo 2012-2020 ammontano a 72 miliardi di euro. Stime che però l’attuazione del V Conto energia cancella inesorabilmente. Ecco perché domani 18 aprile si tiene a Roma una manifestazione a cui prende parte tutto il comparto rinnovabili.

La spesa totale stimata di un utente domestico tipo con consumi pari a 2700 kWh/anno e contatore da 3 kW di circa 515 euro è ripartita così:

  1. servizi di vendita: pari al 57% circa della spesa complessiva per un totale di 294
    euro/anno;
  2. servizi di rete: pari a circa il 13,4% della spesa complessiva, per un totale di 69
    euro/anno;
  3. oneri di sistema: pari al 16,3% circa della spesa complessiva, per un totale di 84
    euro/anno;
  4. imposte: pari al 13,3% circa della spesa complessiva, per un totale di oltre 68
    euro/anno.

Continua a leggere: AEEG: in bolletta elettrica il 13% per le rinnovabili