Europa, ridurre l’inquinamento del mare del 50% entro il 2020.

plastica in mare

Gli ambientalisti di Seas at Risk con altri sette gruppi affiliati chiedono ai paesi europei di ridurre di almeno il 50% il volume dei rifiuti immessi in mare e sopratutto della plastica. I Paesi Membri hanno infatti tempo fino al prossimo luglio per annunciare i provvedimenti che adotteranno nell’ambito della Marine Strategy Framework Directive. Peraltro la Direttiva impone già da 4 anni il monitoraggio dell’inquinamento entro la metà del 2014 per contenere sia le perdite di pesce sia di biodiversità marina. Peraltro la plastica dal mare sarebbe entrata nella catena alimentare.

L’appello è giunto oggi ai rappresentanti di OSPAR le 15 nazioni costiere e insulari europee che sono in riunione a l’Aja da oggi e fino al 20 aprile per discutere delle minacce ambientali nelle acque europee -Environmental Impact of Human Activities Committee.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: