Obesità nella donna: quanto compromette il grado di fertilità.

L’obesita’ ha ripercussioni negative sulla salute riproduttiva delle donne: riduce, infatti, le possibilita’ di spontaneo e i successi dei trattamenti per l’infertilita’.

 

Questi i risultati di uno studio pubblicato sul Journal of Humane Reproductive Sciences e presentati oggi a Roma nel corso del Convegno “Fertilita’ e disturbi alimentari”, organizzato dalla Dottoressa Maria Giuseppina Picconeri, ginecologa specialista in medicina della riproduzione e responsabile del NIKE Medical Center della Capitale. Dallo studio emerge che l’obesita’ nelle donne sarebbe associata non solo ad infertilita’ e sterilita’, ma anche ad un aumento del tempo necessario per il . Producendo un minor numero di follicoli e, quindi, di ovociti, le donne che soffrono di obesita’ richiedono dosi maggiori di gonadotropine per la stimolazione ovarica. I tassi di fecondazione, quindi, sono piu’ bassi, la qualita’ degli embrioni risulta scarsa soprattutto nelle donne piu’ giovani e si assiste ad un aumento del tasso di abortivita’.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: