Archive for marzo 6th, 2012

marzo 6, 2012

E vai!

Oggi esce il nuovo disco di Bruce Springsteen, ma la domanda che tutti si fanno  “come sarà Wrecking Ball?”
ditelo voi!

marzo 6, 2012

Un dibattito serio.

un dibattito davvero serio . segnalo a chi gravita nell’area bolognese

marzo 6, 2012

Francois Hollande l’uomo che potrebbe cambiare l’Europa.

A Dijon, devant plusieurs milliers d’élus, François Hollande s’est exprimé pendant plus d’une heure trente sur sa conception de la République, une « République qui rassemble », loin du pugilat auquel a donné lieu ces derniers jours le déroulement de la campagne présidentielle. Le candidat, dans son discours, a précisé ses idées sur la façon qu’il aurait de « présider la République » comme il avait commencé à l’énoncer lors du rassemblement du Bourget le 22 janvier dernier : fin du cumul des mandats, scrutin proportionnel pour les législatives, nouvelle étape de la décentralisation, liberté de la presse, règles des nominations revues, impartialité du chef de l’Etat…

François Hollande en dressant son projet pour la France, en creux, a fait apparaître les manquements et les excès d’un quinquennat qui se termine dans la stratégie de la tension entre les Français selon leurs origines ou leur statut social.

Revenant sur les polémiques de ces derniers jours, il a exprimé sa doctrine concernant les fonctionnaires : « la seule loyauté qui leur sera réclamée, sera celle à l’égard de l’Etat et non à l’égard du chef de l’Etat. ». Nous sommes loin de « l’épuration » dans la haute fonction publique prédite par Nicolas Sarkozy lors de son déplacement à Bayonne en cas de victoire du candidat socialiste.

marzo 6, 2012

Assenti ingiustificati.

In teoria si discute di un cambiamento che avrà effetti enormi sul paese: una modifica Costituzionale che sancisca il principio del pareggio di bilancio in ogni finanziaria, in ogni congiuntura storica, è un passaggio deciso a livello europeo ma molto discusso e molto discutibile. Un passaggio che potrebbe costringere a tagliare in maniera drammatica la spesa sociale.
Eppure sarà perchè è lunedi, sarà perchè il Parlamento si sente esautorato dal governo dei tecnici, sarà perchè la barca della legislatura affonda e tutti i deputati sono impegnati nelle trattative per salvare la propria carriera politica, ma a Montecitorio non c’è proprio nessuno!
E’ incredibile, ma lunedì 5 marzo è un giorno record nella storia della Repubblica: su 630 aventi diritto (e anche aventi dovere!) in aula ci sono solo nove deputati! E a un certo punto diventano sei, lo 0,9% del totale, davanti a un Buttiglione direttore dei lavori che pronuncia le classiche parole “onorevoli colleghi” in una situazione grottesca, davanti a un’aula vuota in cui sono presenti solo i commessi…
marzo 6, 2012

Articolo 18: “e che roba è?”

 L’altro giorno ad alcuni parlamentari italiani è stata posta una semplice domanda: “cos’è la Tav?“. Il risultato, come sapete, devastante. Oggi voglio mostrarvi come se la sono cavata con un altro tema di fondamentale importanza: l’articolo 18. Tenete presente che saranno proprio loro, con il loro voto, a determinare il futuro del mercato del lavoro di questo Paese …
marzo 6, 2012

Strategia dell’alta tensione.

 

marzo 6, 2012

Riaffermare il principio di legalità.

“Considero mio dovere riaffermare il principio di legalità.” Ha detto il Presidente della Repubblica. Anche noi.
marzo 6, 2012

Forrest Bersani.

Questa la notizia…
marzo 6, 2012

Epidemia Epatite A,colpa dei pomodori secchi.

essiccati al sole ‘sotto accusa’: secondo le autorità britanniche potrebbero essere la causa di una recente di A nel Paese. La Health Protection Agency e la Food Standards Agency temono che campioni contaminati di questo alimento abbiano causato l’infezione che ha portato al ricovero di quattro persone, facendone ammalare almeno altre tre a fine 2011.

 
Il virus dell’ A è trasmesso dalle feci e il contagio può avvenire attraverso il contatto con il cibo o acqua contaminata. I casi più gravi possono portare a .

marzo 6, 2012

Allarme lipofilling.

Per tanti anni c’e’ stato un veto della Societa’ americana di chirurgia plastica contro il al – tecnica che prevede il riciclo del proprio per trasferirlo nelle mammelle – per il rischio di interferenza con la prevenzione dei tumori.

Solo dal 2000 si e’ cominciato, prima in America e poi in Europa – e con il supporto di studi clinici – a trattare con questa tecnica esclusivamente le donne gia’ operate di tumore, ma con non piu’ di 100-200cc di grasso, limite entro il quale non si correrebbero rischi che invece, se si esagera, potrebbero esserci. Dopo lo scandalo delle PIP e’ aumentata la ricerca di soluzioni alternative in campo estetico, favorendo il anche tra le donne sane, e ci sono chirurghi che arrivano a “imbottire” le mammelle a dismisura con oltre 1 kilo di grasso per lato.