Lusi-Margherita: altri cinque milioni spariti.

Il metodo Lusi, dal nome di Luigi Lusi, il cassiere della Margherita che dal 2007 al 2011 ha amministrato ben 120 milioni di fondi pubblici del partito, è davvero un pozzo nero di cui non si vede il fondo.
Ora all’attenzione degli inquirenti sono apparsi una marea di assegni, per un totale di almeno 5 milioni di euro staccati dal cassiere con “beneficiario in bianco” per almeno 5 milioni di euro. L’importo di ogni singolo assegno era minimo, tra i 3000 e i 12000 euro, cioè appena sotto la soglia in cui scatta l’obbligo di segnalazione a bankitalia per le normative antiriciclaggio. Ma venivano staccati in serie e tutti poi contabilizzati in modo del tutto vago come “spese elettorali”.
A ben vedere quello dei tanti piccoli bonifici con beneficiario in bianco è lo stesso metodo con cui Lusi ha sottratto al partito 13milioni e seicentomila euro appropriandosene tramite la società TTT. Un format collaudato quindi, che però stavolta pone nuove domande. Chi sono i destinatari di quegli assegni? Sempre Lusi? E possibile che anche qui nessuno nel partito si sia mai accorto di niente!?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: