Percezione visiva del movimento: studio italiano illustra il processo cerebrale.

La capacità di percepire rapidamente il è fondamentale per la sopravvivenza degli esseri viventi. Il riconoscimento di di avviene in un’area del chiamata nell’uomo, corrispondente all’area V5 nelle scimmie.

Quando ci guardiamo attorno, gli che colpiscono la retina arrivano al nucleo genicolato laterale nel talamo, quindi raggiungono la corteccia visiva primaria (V1) e da qui arrivano alle aree visive associative, compresa , dove il forma la rappresentazione cosciente di ciò che abbiamo visto. A lungo gli scienziati hanno ipotizzato l’esistenza di connessioni alternative dirette tra i nuclei del talamo e le aree visive associative, e ora uno studio italiano ha confermato questa teoria.
L’ipotesi era stata avanzata anche dopo l’osservazione che persone divenute cieche a causa della distruzione completa della corteccia visiva primaria, ad esempio per un , mantengono la capacità di discriminare correttamente il colore o la posizione di un oggetto nello spazio quando forzati a scegliere tra due possibilità, fenomeno noto con il nome di visione cieca (blindsight). Uno studio condotto da un gruppo di ricercatori dell’università di Pisa, pubblicato su ‘’, ha ora dimostrato che l’area del riceve informazioni dirette dal talamo, aggirando la corteccia visiva primaria. Questa scoperta rivela che l’area risponde per prima e in maniera indipendente dall’attivazione della corteccia visiva primaria.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: