Archive for gennaio 19th, 2012

gennaio 19, 2012

Fra Borsellino e Craxi scelgo Borsellino.

Oggi 19 gennaio Paolo Borsellino avrebbe compiuto 72 anni.
Un uomo che ha lottato, giorno dopo giorno, contro i poteri forti della criminalità organizzata e contro le commistioni tra questa e la politica che governa l’Italia. Sono passati ormai 20 anni dall’attentato che lo ha ucciso, ma quell’uomo dall’aria schiva, di poche parole e di molti fatti, non sparirà dalla memoria di nessuno.Oggi Oggi però  ricorre anche il dodicesimo anniversario della morte di Bettino Craxi.

Io cari compagni preferisco ricordare Paolo Borsellino. Morto perchè credeva in un’Italia migliore, che ancora non c’è.

gennaio 19, 2012

Lord Jim e il Comandante Schettino.

A proposito dell’affondamento della nave della Costa Crociere e del suo Comandante Schettino si parla molto di “Lord Jim”, un romanzo di Joseph Conrad, che magari nessuno ha letto. Jim, il protagonista del romanzo, è un giovane ufficiale a bordo del Patna, un’imbarcazione mercantile che sta trasportando dei pellegrini da un capo all’altro dell’Oceano Indiano. Durante la notte, il Patna urta un banco di scogli o forse uno scafo sommerso e nella nave si apre una faglia. Temendo di colare a picco nel giro di pochi minuti, l’equipaggio del Patna, Jim compreso, abbandona la nave senza neanche aver dato l’allarme. Jim salta dalla fiancata dritto nella scialuppa di salvataggio. Venendo meno al suo dovere di ufficiale. Abbandonando persone che contavano su di lui. Joseph Conrad, da grande narratore quale è,  fa in modo che noi parteggiamo per il suo personaggio, non che lo condanniamo come un essere abietto. È vero, dice Conrad, ha saltato, ma è giovane. Ha saltato, ma in fondo è una brava persona, per tutta la vita ha agito da brava persona. È vero, ha saltato, ma come si può giudicare un uomo da una singola azione compiuta in un momento di incoscienza o di panico o forse di negazione di responsabilità? Perché la nostra mente rifiuta la responsabilità di una cattiva azione, ci fa agire d’impulso, ci fa accampare scuse. E noi allo stesso tempo siamo presenti a noi stessi e non lo siamo. Saltiamo, e neanche ci rendiamo conto di farlo. Veniamo meno al nostro dovere chiedendoci, “ma è davvero più importante il dovere, non sarà più importante salvare la mia vita?” Ci sono uomini che al cospetto del pericolo, sentendosi chiamati in causa dalle proprie responsabilità, restano saldi. Ci sono uomini che fuggono. Ma non possiamo decidere che tipo di uomini siamo finché non ci troviamo in una situazione del genere. Possiamo avere un’idea di noi stessi come persone salde e coraggiose e possiamo pure rinnegarla in un momento.
Ciò non toglie che alla fine si paga. Sei una brava persona, non lo sei, hai saltato d’impulso, hai saltato con premeditazione. Pagherà Jim alla fine del romanzo di Conrad, un Jim a cui abbiamo voluto bene per tutta la storia, un Jim che avremmo difeso a spada tratta. Pagherà Schettino, che nessuno di noi può dire se sia una brava persona oppure no, perché nessuno lo conosce. Eppure l’opinione pubblica e i media hanno deciso: Schettino è colpevole e pagherà.

gennaio 19, 2012

I forconi guardano a destra?

Si inasprisce in Sicilia la protesta degli autotrasportatori: anche oggi si sono registrati blocchi di arterie stradali. Cancelli di nuovo bloccati nel petrolchimico di Gela, con ‘Forconì e autotrasportatori che non hanno consentito il passaggio nè ai lavoratori turnisti nè ai giornalieri. Ad Enna, un camion che tentava di forzare il blocco dei camionisti che hanno aderito allo sciopero in corso è salito con la ruota sul piede di uno dei manifestanti. Una ventina i blocchi in provincia di Catania.

Ricordiamoci che furono i camionisti a far cadere Salvator Allende.

gennaio 19, 2012

10 usi alternativi per il riso.

riso_usi

Il riso non è soltanto un alimento prezioso, ma anche un valido aiuto per risolvere le piccole emergenze della vita quotidiana, per facilitare le pulizie domestiche o per realizzare piccoli oggetti che potranno fare divertire i vostri bambini o i vostri animali domestici. Seguite dunque i nostri piccoli consigli se volete che il riso, bianco o integrale, si trasformi in un ingrediente indispensabile nella realizzazione di piccoli, ma utili, rimedi e prodotti fai-da-te.

1. Una manciata di chicchi di riso potrà essere aggiunta alle vostre saponette fatte in casa, per ottenere dei panetti dall’azione levigante sulla pelle. Potrete aggiungere i chicchi al vostro sapone realizzato da zero nella fase del “nastro”, oppure durante la rilavorazione dei rimasugli delle vecchie saponette.

 

2. Il riso vi aiuterà a raggiungere i punti difficili durante la pulizia di vasi, barattoli e bottiglie dall’imboccatura stretta. Versate una manciata di riso nel contenitore, aggiungete acqua calda e qualche goccia di sapone liquido, agitate il tutto e risciacquate.

3. Il riso vi potrà essere utile per eliminare odori e rimasugli dal vostro macinacaffèmacinaspezie. Vi basterà macinare all’interno di esso una quantità di chicchi di riso bianco o integrale che vi permetta di ricoprirne completamente le lame ed il gioco sarà fatto.

4. Non gettate mai l’acqua di bollitura del vostro riso. Essa infatti potrà essere aggiunta all’acqua della vasca per ottenere un bagno dall’effetto emolliente, adatto anche per i più piccoli, oppure potrà essere utilizzata come lozione addolcente per il viso e per il corpo, da applicare con l’aiuto di un panno in cotone.

5. Il riso è un buon conduttore di calore, quindi potrete utilizzarlo per realizzare una “borsa dell’acqua calda” alternativa, che avrà al proprio interno non acqua, ma chicchi di riso. Allo scopo vi potrà essere utile recuperare un sacchetto di stoffa, ma anche delle vecchie calze, da riempire di riso, chiudere all’estremità con un nastro e riscaldare sul termosifone. Chi soffre di dolori cervicali potrà trarre beneficio dalla sua applicazione sulla parte posteriore del collo.

6. Aggiungere alcuni cucchiai di riso alla vostra saliera vi permetterà di impedire che all’interno di essa si formi dell’umidità e che il vostro sale si raggrumi. Un analogo discorso vale anche per lo zucchero.

7. Per fare divertire i più piccoli, riempite parzialmente di riso alcuni piccoli contenitori richiudibili non più utilizzati, come ad esempio quelli delle spezie, meglio se in plastica. Otterrete così dellemaracas a costo zero, che potrete decorare a piacere.

8. Riempiendo con del riso un vecchio guanto dei vostri bambini e cucendone l’apertura potrete realizzare un piccolo giocattolo fai-da-te che farà sicuramente divertire il vostro gatto.

9. Con del riso basmati potrete fabbricare una colla vegetale adatta per i piccoli lavoretti dei vostri figli. Versate un bicchiere di riso in acqua bollente e lasciate sobbollire per 45 minuti o fino a quando i chicchi inizieranno a sfaldarsi. Scolate e passate il tutto nel mixer, cercando di eliminare eventuali grumi. Conservate in frigorifero in barattoli di vetro ben chiusi.

10. Realizzate la vostra borsa del ghiaccio alternativa riempiendo un sacchetto di stoffa con dei chicchi di riso. Potrete conservarlo nel congelatore ed utilizzarlo al bisogno, in caso di febbre o per alleviare il dolore dovuto ad una contusione.

gennaio 19, 2012

We Take Care Of Our Own (With Lyrics) – Bruce Springsteen

I like it, the message is strong, carnt wait for tour to start.

gennaio 19, 2012

Monti fa un piacerino a Montezemolo.

L’articolo 42, capo VI, della bozza del decreto liberalizzazioni presentata dal governo Monti – “Le parole ed i contratti collettivi nazionali di settore sono soppresse” – vorrebbe eliminare così l’attuale base legislativa che regola il trasporto ferroviario italiano.

In particolare la norma, caldamente voluta dal sottosegretario Antonio Catricalà, elimina “l’obbligo, per le imprese ferroviarie e per le associazioni internazionali di imprese ferroviarie che espletano servizi di trasporto sull’infrastruttura ferroviaria nazionale, di osservare i contratti collettivi nazionali di settore, anche con riferimento alle prescrizioni in materia di condizioni di lavoro del personale”. Significa che chi ha la possibilità di entrare nel mercato dei trasporti, può farlo liberamente senza dover sottoscrivere un patto con lo Stato, che della rete ferroviaria è proprietario. Le anticipazioni hanno fatto infuriare tanto i sindacati, contrari alla possibile eliminazione delle attuali disposizioni in materia di lavoro, quanto lo stesso Ad di Trenitalia, Mauro Moretti, che teme di poter perdere la sfida con il vero beneficiario dell’apertura liberista: la Nuovi Treni Veloci (Ntv) di di Luca Cordero di Montezemolo, Diego Della Valle, Banca Intesa e la francese Sncf.

Forse anche Berlusconi si sarebbe vergognato di fare una cosa simile.Forse!

gennaio 19, 2012

Lega da vomito.

Una guerra locale e nazionale che prosegue da tempo, sfociata solo pochi giorni nella battaglia finale, dopo il salvataggio di Cosentino, con Bossi che incarcerava Maroni – “sospendo tutti i suoi incontri pubblici” – e Bobo che rispondeva “mi viene da vomitare”, tra “fatwe”, sospetti cerchisti e rivolta della base padana.

E ieri, a Varese, dopo nemmeno mezza settimana, eccoli lì, Bossi e Maroni, a baciarsi e abbracciarsi, tarallucci e vino, che domenica c’è la manifestazione a Milano, che tanto i nostri si bevono tutto.

gennaio 19, 2012

Tutti insieme appassionatamente a rubare.


Dal 1994 ad oggi i partiti italiani si sono intascati una cifra che supera i 2,7 miliardi di euro – 5 mila miliardi di vecchie lire – entrate cresciute del 1.110% dal 1999 al 2008. Due virgola sette miliardi di euro, a fronte di una spesa che si aggira sui 600 milioni. In pratica spendono 100, incassano 500, anno dopo anno, e meno male che il finanziamento pubblico ai partiti è stato abolito nel 1993, grazie allo schiacciante “basta!” referendario degli italiani. Ad ogni cittadino i partiti costano 3,38 euro, più degli spagnoli (2,58), e più del doppio di Germania (1,61) e Francia (1,25) …

Spendono 100, incassano 500, soldi nostri, e parliamo di cifre enormi. Ma se c’è da pagare le multe per i manifesti abusivi, ecco che rispunta un altro bel condono, e la questione è risolta. Proprio ora, che i cittadini sono chiamati a sacrifici mai visti prima. Proprio ora, che quel denaro farebbe così comodo. Il sesto condono in 10 anni, per evitare di versare nelle casse dello Stato la somma monstre di oltre 100 milioni di euro, pagando invece un ridicolo nonnulla, 1.000 euro per ogni provincia interessata, per ogni anno anno contestato. L’emendamento porta la firma di Pdl e Pd, sul punto la convergenza è totale – per ora solo i Radicali annunciano battaglia – e presto tutto questo potrebbe finire in Gazzetta Ufficiale. Dal 1996 ad oggi i partiti si sono condonati più di 1 miliardo e 300 milioni di euro, una vergogna civile, politica, finanziaria, che lede diritti e dignità di cittadini onesti e di quei partiti che vogliono fare le cose per bene, e che vedono soffocare la loro azione sotto strati e strati di illegalità. Abusiva.

gennaio 19, 2012

le violenze nel pensionato-lager della moglie del senatore Boscetto!

Il video dell’indagine della guardia di finanza sui maltrattamenti agli anziani nella casa di riposo Borea a Sanremo, per la quale la presidente Rosalba Nasi, moglie del senatore Boscetto del PDL aveva ricevuto anche 200.000 euro di finanziamento pubblico!
gennaio 19, 2012

Atti osceni.


Bush e le sue gare a chi piscia più lontano, la prima cosa a cui ho pensato leggendo questo.
O.t. lunedì 16 su l’Unità c’è la vignetta –Libertà di coscienza-.