Marea nera: golfo Messico; studio conferma stime, 5 mln barili.

L'incendio della piattaforma Deepwater Horizon L’incendio della piattaforma Deepwater Horizon

ROMA – Durante il disastro della piattaforma Deepwater Horizon, esplosa a largo del Golfo del Messico nell’ aprile 2010, dalla falla che si è creata si sono sprigionate più di 11 mila tonnellate di idrocarburi al giorno (59 mila barili) per tutti i tre mesi di durata dell’incidente. Lo afferma uno studio pubblicato dalla rivista Pnas, che conferma le stime ufficiali fornite all’epoca. L’analisi dell’Agenzia americana per lo studio dell’atmosfera e gli oceani (Noaa) si basa sulle analisi chimiche di acqua e aria fatte nei giorni dell’incidente.

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: