Fondatore protesi Pip confessa “Gel non conforme ma economico”

Travolto dalle prove, dalle accuse e in pieno scandalo sulle protesi Pip (Poly Implant Prothèse), Jean-Claude Mas – il fondatore della società produttrice degli impianti difettosi che avrebbero conseguenze cancerogene – ha confessato. Secondo i verbali di un interrogatorio di due mesi fa, ha ammesso con freddezza di sapere che il prodotto conteneva un silicone non conforme e non approvato dalle autorità competenti. Mas avrebbe dato l’ordine di nascondere la verità all’organo di certificazione tedesco Tuv, anni prima dell’immissione sul mercato degli impianti sotto accusa, coprendo tutti i documenti relativi al gel Pip. “Si trattava di semplice routine – ha spiegato -. Eravamo al corrente della visita del TUV dieci giorni prima. Davo quindi l’ordine di nascondere tutti i documenti relativi al gel non conforme e gli impiegati si occupavano di nasconderli. L’ho fatto per tredici anni – ha aggiunto – senza problemi”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: