la polizia si diverte in val di Susa.

Lacrimogeni e idranti contro i manifestanti, sassi e fumogeni contro la polizia. E alla fine si contano feriti sia tra i manifestanti (due dei quali sono stati trasportati all’ospedale), sia tra le forze dell’ordine. E’ il bilancio di una nuova giornata di scontri in Val di Susa attorno al cantiere di Chiomonte dove dovrebbe essere scavato il tunnel esplorativo per la costruzione della tratta ferroviaria ad alta velocità fra Torino e Lione. I No Tav feriti sono stati trasportati all’ospedale Cto di Torino. Il più grave dei due è stato colpito al cranio da un candelotto lacrimogeno riportando un brutto trauma cranico. Anche alcuni carabinieri e poliziotti – tra cui un dirigente – sono rimasti feriti o contusi. Durante l’ultimo tentativo di sfondamento delle recinzioni, le forze dell’ordine hanno fermato tre manifestanti.

Una inutile e costosa opera diventa il pretesto per fare repressione contro inermi cittadini che difendono le loro valli.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: