Un grande dolore per la morte di un vero compagno.

Lucio Magri:

«Una depressione vera, incurabile. Un lento scivolare nel buio provocato da un intreccio di ragioni, pubbliche e private», scrive Repubblica, primo quotidiano a dare la notizia della morte di Lucio Magri, 79 anni, storico direttore de Il Manifesto. Ha deciso di farla finita a Zurigo,in Svizzera, lì dove il suicidio assistito è previsto dalla legge. «Vivere gli era diventato intollerabile», dopo la morte della moglie Mara e così «ho deciso di morire», nonostante i tentativi degli amici che hanno provato a fargli cambiare idea fino all’ultimo.

Provo personalmente un grande dolore per un compagno che avevo stimato ed ammirato per le sue scelte coraggiose e coerenti e che non si era mai omologato a questa sinistra cialtrona intruppata nel PD.

One Comment to “Un grande dolore per la morte di un vero compagno.”

  1. Cari compagni. Permettetemi di unirmi al vostro dolore per la grave perdita della sinistra italiana nel momento in cui il caro compagno Lucio Magri ha deciso di congedarsi dalla vita. A modo suo, ed io l’ho sempre ammirato per questo, è sempre stato un eretico, uno spirito libero, un grande comunista che ha sempre saputo pagare di persona, con dignità, il prezzo della sua indipendenza ideologica e culturale, anche in questa ultima sua scelta. Mi/ci mancherà!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: