Tutte parti offese le escort di Berlusconi.

 
Processo
 

Sono “parti offese” tutte le ragazze che hanno negli anni ai festini di Arcore con l’ex presidente del Consiglio Silvio Berlusconi. Ruby e le altre decine di fanciulle che frequentavano la dimora milanese di Berlusconi potranno chiedere danni dunque i danni in virtù del principio che una donna che si prostituisca, anche senza alcuna costrizione, può chiedere di essere risarcita per offese contro la propria libertà personale.

A decretarlo è la quinta sezione penale presso il tribunale di Milano che sta indagando su Lele Mora, Emilio Fede e Nicole Minetti per reati contro “la libertà della persona umana” che si presumono consumati all’interno di quelle stanze dello scandalo.

One Comment to “Tutte parti offese le escort di Berlusconi.”

  1. A parte la merda che prima va in carcere, e meglio è per gli italiani.
    Non mi sembra giusto che una ragazza che, in fin dei conti, usa l’arma del sesso per procurarsi del denaro, e poi, in secondo luogo affermi di essere stata privata della propria libertà personale, a meno che non sia stata obbligata da qualcuno per prostituirsi.
    Mi sembra tutto un contro senso, visto che venivano pagate profumatamente, e poi anche ci ritornavano volentieri, anche spinte dalle loro mamme puttane.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: