Archive for novembre 12th, 2011

novembre 12, 2011

Ne vedremo delle belle.

novembre 12, 2011

SVILUPPO … DELLA DISOCCUPAZIONE

Torna l’attacco all’articolo 18, nascosto all’interno del maxiemendamento che si vota in Senato.
Nessuno ha capito a chi giovi la possibilità di licenziare più facilmente.
novembre 12, 2011

Melanomi: il ‘sildenafil’ (viagra) attiva le cellule ‘gendarmi’.

Il , la pillola blu contro l’impotenza maschile, potrebbe essere usata per la cura di un tumore maligno, il , tra le forme di cancro piu’ aggressive.

Ricercatori dell’Universita’ di Mannheim, in Germania, hanno scoperto che il principio attivo del farmaco e’ in grado di inibire l’ determinata dalle cellule neoplastiche.

I topi malati di trattati con la molecola ”blu” hanno mostrato un incremento delle , le ”cellule gendarmi” del sistema immunitario che devono difendere l’organismo dall’infiammazione cronica e dal tumore, un tasso di sopravvivenza piu’ lungo e un riequilibrio delle difese immunitarie mandate in tilt dal cancro. Lo studio e’ pubblicato su Proceedings of the National Academy of Science (Pnas).

novembre 12, 2011

Melograni: scudo anti-aging del DNA.

Una dose quotidiana di estratti di melograni e’ uno ”scudo” contro l’invecchiamento del . Lo ha stabilito uno studio svolto da un laboratorio privato spagnolo, ProbelteBio, costato 2 milioni di euro, come riporta il Daily Mail.

Gli effetti antiossidanti del frutto caro agli dei sono gia’ noti agli scienziati, che ne hanno studiato l’efficacia contro le malattie cardiache, lo stress e nel migliorare anche la vita sessuale. Adesso i ricercatori spagnoli hanno esaminato l’azione diretta di questo anti-ruggine naturale del nostro patrimonio genetico, somministrando un estratto del frutto integrale – polpa, buccia e semi – a 60 volontari ogni giorno per un mese, confrontando i risultati sulla salute dei partecipanti rispetto ad un gruppo di controllo che aveva assunto solo un placebo.

novembre 12, 2011

Vesuvio in corsa per le 7 meraviglie della natura.

(ANSA-AFP) – GINEVRA, 11 NOV – Il Vesuvio, insieme al Gran Canyon negli Stati Uniti, alle Maldive, al Mar Morto e alla Foresta Nera in Germania, e’ nell’elenco dei 28 luoghi finalisti che si stanno contendendo in queste ore il titolo di una delle 7 meraviglie della Natura, un concorso mondiale lanciato dalla Fondazione svizzera New7Wonders e potrebbe avere concrete possibilita’ di vincere.

Le operazione di voto (via telefono, sms o attraverso i sociale network) si sono concluse intorno alle 11.00 Gmt (mezzogiorno ora italiana).

A cinque giorni dalla chiusura del voto, erano dieci i luoghi che figuravano nella parte alta della classifica: Mar Morto, Gran Canyon, la grande barriera corallina in Australia e la Papuasia-Nuova Guinea, la baia di Halong in Vietnam, la grotta di Jeita in Libano, l’isola di Jeju in Corea del Sud, l’isola di Komodo in Indonesia, il fiume sotterraneo di Puerto Princesa nelle Filippine, la foresta di mangrovie di Sundarbans in Bangladesh e il Vesuvio

novembre 12, 2011

Poligono di Quirra, accuse per tre generali di disastro ambientale.

zona militare e òpoligono di quirra

La Asl di Lanusei un paio di giorni fa ha reso noti i risultati delle analisi su carne, latte e derivati prodotti nella zona del Poligono sperimentale interforze di Perdasdefogu-Salto di Quirra: nessuna contaminazione. Nelle stesse ore si chiudeva anche la prima parte dell’inchiesta sul PISQ disposta dalla procura di Lanusei e condotta dal procuratore Domenico Fiordaliasi. Ci sono sei indagati che hanno tempo 20 giorni per presentare le loro difese e attendere o l’archiviazione o l’apertura del processo. Intanto, non sono ancora giunti, sebbene annunciati fin dallo scorso settembre, i risultati delle 20 autopsie disposte da Fiordalisi sui corpi di 19 pastori e un militare morti per cancro. Il magistrato intende indagare su una possibile correlazione tra nanoparticelle e morti per cancro.

La novità è che in un certo senso viene sollevato dalle indagini l’uranio impoverito che secondo il magistrato non sarà possibile rintracciare poiché le piogge hanno dilavarto qualunque traccia utile.

Tre dei sei indagati sono militari che hanno lavorato a diverso titolo al PISQ di Perdasdefogu teatro delle indagini: il generale Fabio Molteni, il generale Alessio Cecchetti, il generale Roberto Quattrociocchi. Ai tre militari viene contestato che:

avrebbero cagionato un persistente e grave disastro ambientale con pericolo per la salute di circa 15mila animali da allevamento, e per la pubblica incolumità dei pastori, del personale civile e militare della base e dei cittadini frequentanti il poligono e i centri abitati ad esso vicini.