Le liste false per aiutare Nicole Minetti. 15 avvisi di garanzia per altrettanti dirigenti PDL.

L’avviso di conclusione delle indagini è il punto fermo. Visto che ormai Roberto Formigoni potrà completare la legislatura visto che per le firme false che l’hanno portato a vincere le elezioni in Lombardia non faranno in tempo a finire un processo, il punto politico è che sono stati rinviati a giudizio 15 dirigenti del Popolo delle Libertà. Per quel Listone Formigone che servì a catapultare in consiglio, tra gli altri, anche Nicole MInetti. Ne parla Luigi Ferrarella sul Corriere:

Il procuratore aggiunto milanese Alfredo Robledo ha raccolto (tramite un capillare porta a porta demandato ai carabinieri) il disconoscimento della propria firma da ciascuna delle persone che parevano averla apposta a sostegno del listino Formigoni. E le altre 308 firme apocrife nella lista provinciale «Il Pdl-Berlusconi per Formigoni» portano il totale a 926. Le liste furono fatte e rifatte in seno al Pdl per far quadrare gli equilibri politici destabilizzati (tra Pdl e Lega, nonché tra correnti dentro il Pdl) dal dovervi inserire a tutti i costi candidati quali Nicole Minetti, il fisioterapista del Milan Giorgio Puricelli o il geometra di fiducia del premier, Francesco Magnano.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: