Archive for settembre 28th, 2011

settembre 28, 2011

La Chiesa si ricorda della questione morale. Era ora!

 

 

 

 

settembre 28, 2011

Bavaglio o bavaglino?

settembre 28, 2011

SALUTE: SCOPERTO LEGAME TRA RISCHIO ALZHEIMER E ORE DI SONNO

 Se il sonno e’ scarso il rischio di sviluppare l’Alzheimer aumenta: lo dimostra uno studio pubblicato su Archives of Neurology in cui i ricercatori della Washington University di St. Louis (Stati Uniti) hanno messo in evidenza che i livelli di beta-amiloide – la proteina che si accumula nel cervello di chi soffre di Alzheimer – variano nel fluido spinale in modo coordinato all’alternarsi tra veglia e sonno, e che nei soggetti affetti dal morbo questa fluttuazione viene annullata. Secondo gli autori, durante il sonno il cervello verrebbe ripulito dalla beta-amiloide proprio attraverso il fluido spinale: migliorare il riposo potrebbe quindi aiutare a ridurre il rischio di sviluppare la patologia.

settembre 28, 2011

SALUTE: IL BIMBO NON DORME? ECCO COSA CONSIGLIANO I PEDIATRI.

Il figlio non dorme? Un decalogo per aiutare ad affrontare i disturbi del sonno dei piu’ piccoli arriva dai pediatri alla vigilia dell’apertura, domani al Lingotto di Torino, del congresso nazionale della FIMP, la Federazione dei Medici Pediatri. Il ”buon sonno” – avvertono gli esperti, si costruisce nei primi mesi di vita.

Il genitore, nelle primissime ore della vita del proprio figlio, deve comprendere ed adattarsi ai suoi ritmi, capire come e quando questi vanno modificati o rispettati. Il pediatra deve aiutare il genitore a conoscere l’organizzazione del sonno del bambino. Il ritmo sonno-veglia, invece, si acquista con il passare dei mesi, i genitori devono saper attendere e rispondere ai bisogni del proprio bambino con serenita’ e fiducia.

Ecco, allora cosa consigliano i pediatri: ”Costruite con il bambino un percorso rituale che preceda l’addormentamento: una canzoncina, una fiaba, ma anche la scelta del pigiama o di un oggetto da portare a letto.

E’ importante far addormentare il bambino nella sua stanza e nel suo letto. Evitare di farlo addormentare in braccio o in altri luoghi, associare il suo letto con il sonno.

settembre 28, 2011

L’ultima corrida.

Si è svolta a Barcellona l’ultima delle corride catalane. Ricordiamo non si tratta di una novità assoluta fra le Regioni spagnole, dato che già vent’anni fa il governo delle Isole Canarie aveva messo al bando questo tipo di manifestazioni.

Per la passerella finale, svoltasi a Barcellona in occasione della Fiesta della Mercé, si sono esibiti tre fra i più importanti toreri, fra i quali José Tomas, uno dei più famosi matador. Un pubblico delle grandi occasioni (20.000 spettatori e prezzi dei biglietti alle stelle) ha dato vita ad uno spettacolo che ha assunto i contorni della grande manifestazione. Gran festa fra gli animalisti, da anni in lotta per il raggiungimento di questo storico traguardo.

settembre 28, 2011

Malgrotta Chiude.


La discarica di Malagrotta è prossima alla chiusura. Quella che pare essere (ma nessuno è disposto a metterci la firma) “la più grande discarica d’Europa” non potrà più accettare rifiuti dopo il 31 dicembre 2011, l’ultima proroga dell’attività è stata decisa dalla Polverini in barba a tutte le raccomandazioni comunitarie, ma pare sia veramente l’ultima. Poi cosa succederà?

Il pericolo è che Roma, con un ciclo dei rifiuti poco organizzato, livelli di raccolta differenziata (sotto il 25%) non soddisfacenti e quindi una necessità atavica di discariche e del contestato nuovo inceneritore di Albano, vada “in emergenza” seguendo il modello meno virtuoso di gestione dei rifiuti in assoluto: quello napoletano.

Manlio Cerroni, il “re della monnezza” romana, proprietario dei terreni di Malagrotta è pronto ad offrire l’ennesima alternativa alla sua discarica da 33 milioni e 663 mila tonnellate di rifiuti. I lavori di preparazione del nuovo invaso di Pizzo del Prete, nei pressi di Fiumicino, sono ancora in alto mare e l’avvocato è pronto ad offrire un altro suo terreno, non molto distante da Malagrotta, a Monti dell’Ortaccio.

Cerroni parla di un grande parco da costruire sopra la sua amata discarica, ma i risultati di un’indagine dell’Ispra parlano chiaro: a Malagrotta si “evidenzia una contaminazione diffusa delle acque sotterranee, esterne ed interne al sito, da parte di metalli e inquinanti“. La politica è, come al solito, in confusione, preda di recriminazioni incrociate.