Archive for settembre 17th, 2011

settembre 17, 2011

Una semplice equazione per valutare la funzionalità renale in un paziente.

Una semplice equazione potrebbe essere sufficiente a valutare la funzionalita’ renale dei pazienti, evitando quindi le dolorose e invasive misure effettuate tradizionalmente.

 

La ricerca della University of California di San Francisco e’ stata pubblicata sul Journal of the American Society Nephrology. La valutazione della funzionalita’ renale nei pazienti con croniche puo’ aiutare i medici a migliorare le terapie. La maggior parte della analisi si basa attualmente sulla stima del tasso di (), che viene di solito determinato iniettando una sostanza tracciante. Una procedura invasiva che prevede, appunto, l’uso di questa sostanza (radioattiva) e vari prelievi di sangue. Adesso, gli scienziati hanno scoperto che una equazione, che comporta solo un prelievo di sangue, permette di calcolare il GRF in modo indiretto e soprattutto senza particolari disagi per il paziente.

Lo studio ha coinvolto 1.214 pazienti, inclusi nel Chronic Renal Insufficiency Cohort, che soffrivano di disfunzioni croniche . La determinazione del mediante equazione e’ risultata praticamente identica a quella ricavata tramite il sistema tradizionale.

settembre 17, 2011

Fumatori italiani i meno convinti in Europa che si possa smettere. Ma anche i meno motivati

I italiani sono quelli meno motivati a smettere in Europa e sono anche i meno convinti che smettere si possa, insieme con gli spagnoli.

 

E’ quanto emerge dal questionario iCoach, condotto in tutta Europa su oltre 20.000 ed ex , da cui emerge che gli italiani fumano una quantita’ di sigarette nella media: 127 a settimana, contro la media europea di 126 e il dato record di 164 dei greci. Dove siamo deficitari e’ proprio nella motivazione a smettere: in una scala di valori da uno a dieci, gli italiani si fermano a 2,95, fanalino di coda in Europa, contro i piu’ motivati, i ciprioti (4,27), i lituani (4,26) e i belgi (4,23).
E sul fatto che si possa smettere con relativa facilita’, siamo i piu’ pessimisti, con un valore di 2,04 contro la media di 2,68. Intanto il commissario europeo per la Salute, John Dalli, ha varato la seconda fase della campagna anti-tabacco “Ex-smokers are unstoppable/Gli ex- sono irresistibili” della Commissione europea, annunciando che oltre 500.000 cittadini europei hanno gia’ dato prova del loro sostegno all’iniziativa accedendo alle pagine dedicate sui social media.

settembre 17, 2011

A Napoli invito dell’assessore alla viabilità: “Tutti a piedi”.

zona  atraffico limitato al centro storico di Napoli Non si sa se sia una minaccia o una promessa ma Anna Donati assessore alla viabilità del Comune di Napoli dalle pagine di oggi de Il Mattino (pag. 41) dichiara:

Napoletani, sarà meglio rinunciare all’automobile, cercatevi un’alternativa.

Il provvedimento entrerà in vigore nella città partenopea dal prossimo 22 settembre, allorquando scatterà la Ztl che di fatto spacca in due la città (sul sito del Comune di Napoli gli interventi previsti). Da un lato l’asse Via Duomo dall’altro via Pessina che diverranno corsie preferenziali sorvegliate 24h su 24h. Saranno potenziati i trasporti pubblici e le aree di sosta e nonostante ciò per entrare nella City si dovrà dire addio all’auto o mettersi a fare il giro “d’America e d’Italia”, come si dice da queste parti.

Insomma chi scende da Capodimonte e lungo Santa Teresa sarà deviato prima di arrivare a via Toledo; chi da Via Duomo vuole arrivare in via Foria (neanche 300 mt.) dovrà farsi il giro da Castel Capuano (un paio di Km). Il divieto di transito però riguarda le sole autovetture (dalle 7 alle 18) mentre sono bene accetti i motocicli

I napoletani saranno sotto choc considerato che nella zona che diverrà a breve ZTL ci passano 20mila auto al giorno. In strada per almeno 15 giorni, il periodo valutato di acclimatamento per i napoletani, ci saranno armati di brochure, cartine e volantini circa 60 vigili urbani che vieteranno sosta selvaggia e consegna merce in ogni orario.

settembre 17, 2011

Il modello climatico Ec-Earth conferma l’aumento della temperatura del Pianeta.

temperature

Secondo Ec-Earth modello climatico messo a punto da un consorzio europeo di enti e università, la temperatura globale è aumentata di 1 grado centigrado. A collaborare attivamente allla strutturazione del modello anche Isac-Cnr mentre il progetto è coordinato dal Knmi Istituto meteorologico olandese. Il modello su scala globale prende in considerazione atmosfera, oceani, ghiacci e biosfera dal 1850 al 2009.

Antonello Provenzale, Jost von Hardenberg e Elisa Palazzi sono i ricercatori dell’Isac Cnr che con il centro di calcolo Caspur di Roma, hanno concluso la prima simulazione dell’andamento climatico su tutta la Terra dal 1850 al 2009. In totale sono occorse 95.000 ore di calcolo che hanno portato come risultato 15 Terabyte di dati e il passaggio successivo consiste nel metterli a confronto con i dati raccolti da altri gruppi di ricerca per ottenere uno scenario della variabilità climatica al 2100. Dice Provenzale:

La simulazione ha confermato l’aumento di quasi un grado della temperatura globale della superficie della Terra avvenuto negli ultimi 150 anni, già rivelato dalle misure sperimentali”, spiega Provenzale. Anche la temperatura media dell’acqua oceanica fino a circa 300 metri di profondità è aumentata globalmente di quasi un grado, con una crescita più rapida negli ultimi 30 anni. I risultati hanno evidenziato inoltre il ritiro dei ghiacci marini artici, passati a fine estate dai più di 8 milioni di chilometri quadrati del 1950 ai circa 5 milioni del 2005. E le proiezioni per i prossimi decenni sono tutt’altro che incoraggianti: è prevista un’ulteriore diminuzione. Proprio in Artico il modello Ec-Earth sarà di particolare utilità per integrare le misure che il Cnr sta raccogliendo nella base di Ny Alesund.