Pagheremo tutti (o quasi), pagheremo caro.

Al quinto maquillage, la manovra economica passa al Senato con voto di fiducia. Puntuali a questo punto iniziano le proteste e le polemiche per quel che ci dovrebbe essere e che invece non c’è, quel che si sarebbe potuto fare, basta farsi un giro in Rete, rimpianti e commenti di ogni genere intasano la Rete. Rolling Stone ha scelto sette controproposte per migliorare la manovra da sottoporre a voi lettori, per far sentire la vostra voce adesso.

Nel frattempo sui giornali continuano le critiche alla Manovra. La più condivisibile è riportata sulle prime pagine di Corriere della Sera e del Giornale di oggi: il grosso dei tagli alla Casta sarebbero stati ridotti, in particolare alle indennità dei parlamentari, alle principali istituzioni come la Presidenza della Repubblica e la Consulta. Avrebbero dovuto dimostrare che i tagli non colpivano indiscriminatamente tutti e che i sacrifici li avrebbero dovuti fare anche chi chiede annualmente sacrifici ai cittadini. Dal 20% della riduzione delle indennità rimangono spiccioli. Pochi, peraltro. Il contributo di solidarietà dal 2013 praticamente scomparir e riporterà lo stipendio di onorevoli e senatori al livello del 2010.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: