Led Zeppelin – Dazed and Confused – Buonanotte compagni.

Da teenager nelle English Midlands, Robert Plant era ossessionato dal blues americano più crudo. «Quando ho visto Sleepy John Estes e ho sentito quella voce – in parte dolore, in parte di un altro mondo – ho pensato: “Voglio quella voce”», Plant ha detto a Rolling Stone nel 2006. In qualche modo, ha avuto quella voce, e altro: l’ululato disumano che emetteva coi Led Zeppelin era quello di un bluesman incrociato a una divinità vichinga. Cantare come una ragazza non è mai sembrato così maschile, e innumerevoli cantanti hard-rock avrebbero fatto a pezzi le proprie corde vocali cercando di raggiungere le note che Plant aveva ricevuto in dono dalla nascita. «La sua voce è pittoresca», dice il collaboratore Alison Krauss. «Suona così nuova e così vecchia allo stesso tempo, con l’aggiunta di questo pazzo mistero europeo».

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: