Queen Bohemian rhapsody – Buonanotte compagni.

Stando a quello che racconta Brian May, chitarrista dei Queen, tutti i componenti della Band rimasero sconcertati il giorno in cu Mercury si presentò con la bozza di questa suite in quattro parti. Niente in confronto al giorno in cui l’imprevedibile Freddie avrebbe annunciato agli altri la sua intenzione di chiamare questo album A night at the Opera (e mai titolo fu più indicativo del contenuto di un disco). Le teconologie di registrazione furono messe così a dura prova dalle sovraincisioni dei vari scaramouche e fandango contenuti nelle canzoni, che proprio a causa dei ripetuti passaggi, alcuni nastri divennero così sottili da quasi scompartire.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: