Dai diamanti non nasce niente.


I segreti della particolare digestione dei ruminanti possono diventare una delle soluzioni della dipendenza energetica dal petrolio e dalle altri fonti fossili? Un team di scienziati scozzesi è convinta di sì. I particolari enzimi presenti nello stomaco delle mucche e degli ovini, enzimi che consentono la digestione delle piante, potrebbero contribuire a produrre in maniera efficace e redditizia energia alternativa.

Scarti della lavorazione del legno e altri rifiuti vegetali vengono efficacemente aggrediti da questi enzimi, al punto da farne immaginare un utilizzo su scala industriale per la produzione di energia rinnovabile. Lo studio è condotto con il coordinamento della Ingenza (un’azienda privata) dal Professor John Wallace dal Rowett Institute di Aberdeen e dalla ARK-Genomics dell’Istituto Roslin di Edimburgo.

Secondo il presidente di Ingenza:

Gli scienziati stanno cercando di ricavare energia da piante e alberi da anni, ma il nostro approccio si limita a riconoscere ciò che la natura fa da migliaia di anni. Riuscendo ad identificare gli enzimi, quelli che permettono ai ruminanti di digerire, e poi replicandoli su larga scala creeremmo enormi possibilità di applicazione su scala industriale di pratiche più sostenibili e rinnovabili.

Manca la parte più complessa del progetto, riuscire a sintetizzare in laboratorio questi enzimi, ma l’approccio è quello giusto, la speranza è che non abbiano torto.

About these ads

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 862 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: