Archive for luglio 15th, 2011

luglio 15, 2011

the house of the rising sun – the animals – Buonanotte compagni.

luglio 15, 2011

E’ caduto Berlusconi.

luglio 15, 2011

ha ragione Nichi!

Amici, compagni, fratelli, carissimi, figlioli miei marxisti immaginari.

Capisco il senso del ragionamento di Vendola, e provo ad immaginare (non mi è difficile) anche le odiose lotte intestine (sempre presenti in qualsivoglia gruppo umano) ma non sono d’accordo. Il concetto di “amicizia”, concetto di relazione nobilissimo, può anche non esserci tra persone che mosse da medesimi ideali conducono battaglie assieme per il progresso, ad esempio, dei più deboli.

luglio 15, 2011

LA vita è bella.

L'aperitivo con Cavezzali

luglio 15, 2011

Linfoma: un gene chiave implicato nello sviluppo nel cane e nell’uomo.

I risultati di una nuova ricerca sono coerenti con i dati di altri studi sul cancro, che hanno mostrato che il è fortemente sovraespresso nei tumori umani

Una proteina sembra avere un ruolo cruciale nella formazione del e di altri tumori, in virtù dell’inibizione di un per la soppressione tumorale, secondo una recente ricerca dell’Università della California a Davis.

I ricercatori suggeriscono che la proteina identificata può rappresentare un potenziale obiettivo per la diagnosi e il trattamento del negli esseri umani e negli animali.

“I risultati dello studio suggeriscono che il denominato può rivestire un ruolo cruciale nello sviluppo del ”, ha spiegato Xinbin Chen, oncologo veterinario della UC Davis School of Veterinary Medicine e della UC Davis School of Medicine e coautore dell’articolo apparso sulla rivista Genes & Development.

luglio 15, 2011

Chemioterapia: recente studio mostra come le cellule cancerose reagiscono al trattamento.

Alcuni ricercatori finanziati dall’UE hanno fatto grandi progressi nella comprensione di come le del possono qualche volta resistere agli effetti della . Queste nuove conoscenze faranno avanzare lo sviluppo di cure per il sempre più efficaci e potrebbero permettere qualche passo avanti nella riduzione della ricaduta, buone notizie quindi per malati di e scienziati.

In quanto parte del progetto APO-SYS (“Apoptosis systems biology applied to cancer and AIDS”), che ha ricevuto un finanziamento di 11 Mio EUR nell’ambito del Tema “Salute” del Settimo programma quadro (7° PQ), il team di ricercatori del Royal College of Surgeon in Ireland (RCSI) con sede a Dublino ha condotto uno studio completo sulle del .

Scrivendo sulla rivista Molecular Systems Biology, il team spiega come i risultati da loro ottenuti mostrano che la resistenza alla si verifica a causa delle differenze di metabolismo tra le del e le normali umane.

Nella si usano farmaci contro il per uccidere le del . I farmaci agiscono stimolando un processo di morte programmata delle chiamata apoptosi e rallentando la funzione dei . I sono responsabili della regolazione della produzione di energia della cellula e di mantenere un equilibrio tra acqua e ioni; per questo, se i sono paralizzati, tutta la cellula non può funzionare.

luglio 15, 2011

Decontaminare Fukushima richiederà decine di anni.

Il premier giapponese confessa che ci vorranno diversi decenni per risolvere il disastro nucleare che ha colpito il suo Paese

La decontaminazione del sito della centrale nucleare di Fukushima richiederà diverse decine di anni. Lo ha affermato il primo ministro giapponese Naoto Kan, presentando per la prima volta un programma di lungo termine per questa operazione. Un’amarezza confessata in una riunione del partito democratico, la forza che governa il Giappone da un paio d’anni e che dovuto affrontare una delle più gravi tragedie della storia nipponica.

luglio 15, 2011

Agricoltura urbana a Il Cairo.

orti sui tetti de Il cairo

In genere siamo un po’ abituati a vedere orti urbani sui tetti dei grattacieli di New York o di Tokyo. In molti casi si coltivano ortaggi biologici e i prodotti sono poi venduti nei negozi al pian terreno. Insomma, l’agricoltura prende una piega urbanizzata. Ma questa necessità non riguarda solo i paesi industrializzati ma anche megalopoli come Il Cairo dove la necessità è di avere cibo non a Km0 ma a costo zero.

Evidenza Almasryalyoum:

Al Cairo, cresce la popolarità dell’agricoltura urbana e sempre più persone cercano di avere un approccio più sostenibile per l’ambiente favorendo l’auto produzione. Ci sono molti laboratori che diffondono le informazioni su come tenere un orto cittadino su tetti, balconi e giardini privati. Una delle maggiori difficoltà, tuttavia, è la mancanza di strutture per i neo agricoltori dove comunicare informazioni.

Ecco nascere una piattaforma che ospiterà i blog dei neo contadini dal nome Ezra3 e che sarà lanciata il prossimo agosto.

luglio 15, 2011

Scoperta la macchina del tempo.

Mediante una gestione elettromagnetica della luce nel tempo e nello spazio, si potrebbe comprimere o dilatare il tempo che passa

I ricercatori della Cornell University hanno progettato, costruito e mostrato il primo “mantello” capace di nascondere gli eventi nel tempo.

GESTIONE DEI CAMPI ELETTROMAGNETICI – Il processo si basa su metodi simili a quello dei campi elettromagnetici a mo’ di mantelli dell’invisibilità, sfruttando però il dualismo spazio-tempo della teoria elettromagnetica. Di fatti, la dispersione e la diffrazione della luce nello spazio sono matematicamente equivalenti.

LA LENTE DEL TEMPO – Gli scienziati hanno usato questa teoria per creare una “lente del tempo” capace di dilatarlo o comprimerlo. Per ora il mantello può durare solo per 120 nanosecondi, e il massimo che può raggiungere per ora sono solo microsecondi. E’ un primo passo per la nascita della tanto sospirata macchina del tempo? Staremo a vedere.

luglio 15, 2011

La Russa: un uomo di merda.

Incredibile a Ciampino: il velivolo che trasportava dall’Afghanistan la salma di Roberto Marchini è stato costretto a volteggiare per mezz’ora nel cielo di Roma perché il ministro non arrivava alla cerimonia. Intanto la famiglia, il picchetto d’onore e le altre autorità cuocevano sotto il sole

Questa mattina, nel cielo sopra Roma, un C130 dell’aeronautica militare ha continuato a volteggiare a lungo, facendo larghi cerchi tra le nuvole. Nel velivolo c’era la salma del caporal maggiore scelto Roberto Marchini, ucciso martedì scorso dall’esplosione di un ordigno in Afghanistan.