Archive for luglio 8th, 2011

luglio 8, 2011

Little red corvette- Prince- Buonanotte compagni.

Prince scrisse questa canzone seduto sui sedili posteriori di un’auto, non  su una piccola corvette rossa, ma su una Ford Edsel rosa shhock della tastierista dei Revolution, lisa Coleman.

luglio 8, 2011

No Tav?

luglio 8, 2011

Il giallo Mondadori.


luglio 8, 2011

Al Capone e Al Fano: il nuovo che avanza!

Il nuovo boss che avanza. Chiamatelo Al, Al-Fano.”

luglio 8, 2011

I pupazzi ed il puparo.

luglio 8, 2011

Il solito cretino.

Giulio non si accorge di avere il microfono aperto
e svela dei segreti, che segreti non sono …
luglio 8, 2011

ma che anno è?

L’anno 2000 del nostro calendario è il 6236 per il primo calendario egizio, il 5760 per il calendario ebraico; il 5119 nel Grande ciclo Maya; il 2749 per l’antico calendario babilonese; il 2753 per il vecchio Calendario romano; il 2544 per calendario buddhista; il 1716 per il Calendario Copto; il 1420 per il calendario Musulmano; il 1378 per il calendario Persiano e l’anno del Dragone, secondo il calendario cinese.
Lunari sono quasi tutti i primi calendari, da quello greco a quello ebraico, con alcune eccezioni, come gli Egizi e i Maya, che di calendari ne avevano addirittura tre e vantavano una precisone maggiore di quella del calendario che gli avrebbero portato i “civilizzati” conquistadores, chiamato giuliano dal suo istitutore Giulio Cesare, un modo di dividere l’anno e calcolare il tempo che avrebbe dominato in Occidente per oltre milleseicento anni, fino al 1582.
Già assai prima di papa Gregorio XIII, Ruggero Bacone, un monaco inglese del XIII secolo, dimostrò coi suoi calcoli che nel computo del tempo del calendario giuliano, dal 45 d.C. al 1266  c’era un piccolo errore, che portava a una differenza di ben nove giorni, facendo si che il mondo cristiano festeggiasse la Pasqua nel giorno sbagliato. Ma il povero monaco finì nell’oblio, fu imprigionato e trattato quasi come un eretico dai suoi confratelli. La verità matematica trionfa solo quando una bolla di papa Gregorio XIII ristabilisce il giusto computo: l’anno non dura 365 giorni e un quarto, come nel giuliano, ma 365 giorni, 48 minuti e circa 50 secondi (la durata è variabile). Per fare pari scompaiono dal calendario i giorni dal 5 al 14 ottobre dello stesso anno.
Pian piano anche altri Paesi si adeguano, creando per questo qualche problema agli storici. In Inghilterra, che si mette in regola nel 1752, cancella undici giorni. La Germania si allinea al calendario gregoriano nel 1775; il Giappone nel 1873 e la Russia nel 1917 e ancora nel 1940. La Cina attende il 1949 e l’ordine è impartito da Mao in persona.
luglio 8, 2011

La peridurale altera i ritmi del travaglio

L’ accorcia in maniera sensibile la durata della prima fase del , con un prolungamento della seconda fase del parto.

E’ quanto si evince da uno studio sui cambiamenti delle dinamiche del nelle donne sottoposte ad , condotto su un campione di 600 pazienti, pubblicato sul ‘Journal of Obstetrics and Gynaecology Research’.
Alla ricerca ha preso parte una équipe di anestesisti, ginecologi, e ostetriche dell’ospedale Fatebenefratelli all’Isola Tiberina (Roma), col supporto statistico dell’Associazione Fatebenefratelli per la ricerca, in collaborazione con il dipartimento di Ostetricia e ginecologia dell’università Sapienza di Roma e la scuola di medicina dell’ospedale di Hammersmith a Londra (GB).

luglio 8, 2011

Manovra. Per la sanità confermato il taglio di 7,950 miliardi.

La relazione tecnica che accompagna la manovra economica conferma che per la sanità sarà un salasso: 7,950 miliardi in meno di finanziamento, rispetto a quelli previsti con gli incrementi dell’ultimo triennio, concentrati nel 2013 e 2014. Nel 2014, in particolar,e il Ssn sarà finanziato con 5,450 miliardi in meno di quanto previsto dalle disposizioni in vigore prima della manovra, passando da 116,236 miliardi a 110,786.
Per il 2013, invece, il livello di finanziamento sarà tagliato di 2,5 miliardi, scendendo così a 109,294 miliardi rispetto ai 111,794 previsti dal sistema vigente.
In pratica, come illustrato nella tabella allegata alla Relazione tecnica, il livello di finanziamento del Ssn a cui concorre lo Stato sono stati rideterminati in misura inferiore. L’incremento sarà infatti dello +0,5% nel 2013 e del +1,4% nel 2014 a fronte del +2,8% e del +4% previsto dall’Intesa Stato-Regioni.
luglio 8, 2011

Toscana a idrogeno, la Regione crede nella mobilità a emissioni zero.

toscana a idrogeno

Dopo tre anni di studio e un finanziamento della Regione Toscana di 5 milioni di euro da fondi Cipe, i ricercatori Facoltà di Ingegneria dell’Università di Pisa e Scuola superiore Sant’Anna hanno presentato i risultati del Progetto H2 Filiera Idrogeno, per la strutturazione della mobilità sostenibile innanzitutto nella regione Toscana.

La ricerca è stata molto complessa e ha toccato sia le tecnologie di stoccaggio, produzione e distribuzione dell’idrogeno; sia i motori endotermici sia a celle a combustibile. La Toscana entra nel merito così del progetto e per il finanziamento e per il sostegno alle grandi aziende chimiche già presenti che si potrebbero candidare a produttrici di idrogeno. Non solo, ma la Toscana, come leggo dal comunicato stampa della Regione, conta anche sulla:

presenza di importanti realtà industriali legate alla produzione di veicoli e alla realizzazione di sistemi per produzione e distribuzione di idrogeno ed infine la disponibilità degli Enti locali a collaborare alla sperimentazione su flotte di veicoli e sistemi di distribuzione) per avviare appunto una sperimentazione di “filiera”, cioè l’attivazione in scala locale di tutte le componenti di un sistema di mobilità basato sull’idrogeno.