Archive for luglio 7th, 2011

luglio 7, 2011

Lux in arcana.

Sarà la prima e forse unica volta nella storia che valicheranno i confini della Città del Vaticano. E lo faranno per essere accolti ed esposti nelle splendide sale dei Musei Capitolini di Roma. Si tratta di 100 originali e preziosissimi documenti che coprono un arco temporale che va dall’VIII secolo d. C. fino al XX secolo – scelti fra i tesori che l’Archivio Segreto Vaticano da secoli conserva e protegge – che nel febbraio del 2012, in occasione della mostra “Lux in arcana – L’Archivio Segreto Vaticano si rivela”, potranno essere ammirati in un evento unico e irripetibile. 3.1 342x192 Lux in arcana: l’Archivio Segreto Vaticano si rivela
L’esposizione, ideata in occasione del IV Centenario dalla fondazione dell’Archivio Segreto Vaticano – in collaborazione con Roma Capitale, Assessorato alle Politiche Culturali e Centro Storico – Sovraintendenza ai Beni Culturali e Zètema Progetto Cultura – vuole spiegare e raccontare che cos’è e come funziona l’Archivio dei Papi e, nel contempo, rendere visibile l’invisibile e far sì che anche il normale visitatore possa accedere, per una volta, alle meraviglie finora custodite nei circa 85 km lineari dell’Archivio Segreto Vaticano. Un luogo che ”si rivela al centro dell’Urbe, a tutti gli appassionati ed anche ai curiosi; si rivela per quello che è, tramite uno spaccato esemplificativo della sua ricchissima documentazione. Si rivela senza remore o timori, anzi con l’orgoglio di un servizio alla Chiesa e alla cultura prestato per ben quattro secoli con indefesso lavoro di custodia, di censimento, di cura, di progresso della ricerca sempre più avanzata”, ha spiegato il Cardinale Raffaele Farina, Archivista e Bibliotecario di Santa Romana Chiesa.

luglio 7, 2011

Pensioni: Censis, nel 2050 il 42% dei giovani con meno di mille euro al mese.

 E” arrivato il momento di intervenire sul sistema previdenziale pubblico per evitare il dramma di schiere di pensionati poveri nei prossimi anni. L’allarme, già lanciato dalla CGIL, è stato confermato oggi dal rapporto ‘Welfare, Italia. Laboratorio per le nuove politiche sociali’ di Censis e Unipol. Dalla lettura dei dati emerge che circa il 42% dei giovani lavoratori dipendenti, che oggi hanno tra i 25 e i 34 anni, andrà in pensione intorno al 2050 con meno di 1.000 euro al mese. Come più volte sottolineato dalla CGIL, si tratta di precari, lavoratori e lavoratrici con carriere intermittenti o deboli che non riescono a costruirsi una pensione pubblica adeguata, e che soffrono sia della mancanza di un sistema efficiente e universale di ammortizzatori sociali e di contribuzione figurativa che di insufficienti retribuzioni.

Il rapporto evidenzia che in Italia‚ uno dei Paesi più vecchi e longevi al mondo, nel 2030 gli anziani over-64 anni saranno più del 26% della popolazione totale: ci saranno 4 milioni di persone non attive in più e 2 milioni di attivi in meno. Quindi, si legge nel rapporto “il sistema pensionistico dovrà confrontarsi con seri problemi di compatibilità ed equità”. 

luglio 7, 2011

Il re di You tube.Alla faccia nostra.

Ogni video che mette sul suo canale YouTube raccoglie nel giro di poche ore almeno quattrocentomila visualizzazioni, anche se è normale per lui superare il milione di contatti. Ma quelli di Guglielmo Scilla, 23 anni, romano, più noto come Willwoosh, non sono video qualsiasi. In essi infatti appare solo lui, che dice la sua opinione sui normali fatti della vita di un ventenne. Con occhio divertito e implacabile, WIllwoosh passa allo scanner dei suoi giudizi esilaranti e scanzonati le manie, le mode, le fisssazioni dei suoi coetanei. Interpretando con rudimentali quanto irresistibili travestimenti, tutti i ruoli: dal truzzo all’emo, dalla mamma al coatto, dalla ragazzina imbottita di tv alla tipa che si atteggia. Prendendo comunque di mira anche se sesso e i suoi ‘difetti’. Il risultato? Il canale più visto su YouTube italiano è il suo, Gutube. Dove si descrive così: “Metto video sciocchi su YouTube facendo vergognare chi mi sta attorno di essermi parente o amico Per il resto mi chiamo Guglielmo, ho 23 anni e vivo a Roma. Sono buono. Odio i malvagi. ZABUM!”. Ma ne ha anche un secondo, “The other side of GuTube“, che alimenta ugualmente con le sue clip fulminanti. Totale: tra primo e secondo canale, oltre 35 milioni di visualizzazioni per i suoi 50 video caricati a partire dal 31 dicembre 2008, giorno in cui Willwosh apparve per la prima volta su youtube. “Mi piaceva l’idea – ha detto in una videointervista a RB Casting “di poter parlare di quello che volevo senza censure. Sono un tipo normale, e la popolarità di chi arriva dal web forse si spiega col fatto che non se ne può più dei belli, alti, magri, perfetti… Sul web c’è spazio per chiunque”.