Good Golly, Miss Molly Little Richard – Buonanotte compagni.

Little Richard udì la frase “Good Golly, Miss Molly” da Jimmy Pennick, un dj del Sud degli States. E trasformò quelle parole nel più vigoroso e violento assalto alla proprietà americana: “Good Golly Miss Molly / sure like to ball”. La canzone fu scritta da John Marascalco e prodotta da Robert “Bumps” Blackwell. Per la musica, Richard si rifece all’intro di piano usato da Ike & Tina Turner nella loro cover del brano di Jackie Brenston, Rocket 88, registrato sette anni prima a Memphis da Sam Phillips. «Mi è sempre piaciuta quella canzone», dice Little Richard. «Soprattutto quel potente riff. Quando avevo bisogno di trasmettere un po’ più di energia ai miei show, facevo un cenno e la band partiva con Good Golly». Il 12 ottobre 1957, al top della sua carriera, Richard uscì di scena ed entrò nella comunità dei cristiani rinati; dopo un anno divenne un predicatore evangelista e per parecchio tempo si dedicò unicamente alla musica gospel. Ritornò poi anche alla precedente vita, riuscendo a conciliare le due sfere. E niente impedì a questo suo classico di rimanere indimenticabile in eterno.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: