Archive for giugno 10th, 2011

giugno 10, 2011

Mr. Tambourine Man – The Byrds – Buonanotte compagni

L’unico dei Byrds a essere presente – il 20 gennaio 1965, presso i Columbia Studios a Hollywood – alla registrazione di quella che diventerà la prima vera hit del gruppo fu Roger McGuinn, la cui chitarra a 12 corde divenne il simbolo stesso del nuovo suono folk elettrico. Gli altri musicisti erano invece tutti turnisti di L.A., e comprendevano nomi decisamente familiari ai frequentatori della scena, come il batterista Hal Blaine e il bassista Larry Knechtel – membri fra l’altro dello staff di Phil Spector. La ragione pare risiedesse nella sfiducia del produttore Terry Melcher rispetto alla capacità dei Byrds di riuscire a suonare le singole parti strumentali… A mano a mano che le session procedevano, però, McGuinn convinse Melcher a coinvolgere pure gli altri. Il brano è ovviamente firmato da Bob Dylan: il manager dei Byrds ne ascoltò un demo nell’agosto del 1964, convincendosi che fosse possibile tirarne fuori una interessante versione “alla Beatles”. Leggenda vuole che – andato a sentirli suonare al club Ciro’s di L.A. – nemmeno lo stesso Dylan riuscì a riconoscerla dopo il “trattamento” elettrico dei Byrds…

giugno 10, 2011

Scoperta l’origine del batterio Killer

giugno 10, 2011

Alzheimer: la massa cerebrale regredisce ogni anno del 2,8 percento

Ogni anno chi sta per sviluppare la di perde il 2,8% del volume del . E’ quanto e’ emerso da una tavola rotonda dedicata a questa malattia organizzata da Atena Onlus, associazione di ricerca per le terapie neurochirurgiche avanzate. La misurazione della progressione della perdita di volume del e’ stata descritta dal professor Paolo Maria Rossini, direttore scientifico dell’Associazione Fatebenefratelli per la ricerca.

 

Rossini ha sottolineato che attualmente ”la diagnostica da’ la possibilita’ di fare una diagnosi precoce anche quattro o cinque anni prima dell’insorgenza dei sintomi”.

giugno 10, 2011

Infarto: sogno quasi realizzato, pillola che ripara il cuore. Al massimo un decennio

Potrebbe mancare al massimo un decennio prima che sia disponibile sul mercato una pillola in grado di ‘ringiovanire’ il dopo che ha subito un attacco cardiaco.

 

Il farmaco, che solo 5 anni fa si pensava fosse impossibile da realizzare, e’ stato sviluppato da un gruppo di scienziati della University College di Londra che si sta occupando di perfezionarlo, come riporta un articolo pubblicato sulla rivista Nature. Grazie a questa pillola i ricercatori sperano di poter ricostruire i muscoli e i intorno al , in modo di ridurre significativamente i danni a lungo termine di un e di conseguenza migliorare la qualita’ della vita di molti pazienti. La pillola indurrebbe le cellule che si trovano nel a trasformarsi in cardiomiciti che vanno, quindi, a riparare i danni subiti dall’organo. La sperimentazione umana, hanno riferito i ricercatori, potrebbe iniziare fra pochi anni. Per il momento i test sui topolini hanno dimostrato che il farmaco migliora del 25 per cento le prestazioni del .

giugno 10, 2011

Auto elettriche all’Eco rally Tallin-Monte Carlo Electric Marathon

Tallin Monte Carlo, rally per auto elettriche

Un vecchio percorso di rally il Tallin- Monte Carlo, riscoperto grazie a Sua Altezza Reale il Principe Alberto II di Monaco che lo promuove attraverso la sua Fondazione, con il fine di sostenere la diffusione della auto elettriche. Ritorna la Tallin Monte Carloche oggi fa tappa in Italia a Torino.

La competizione è partita il 2 giugno scorso da Tallin in Estonia e arriverà a Monte Carlo. E’ stata disputata la prima volta nel 1930 per 3166,6 km di tragitto passando da Finlandia, Svezia, Danimarca, Germania, Svizzera, Italia e Pirncipato di Monaco. Tra le rivisitazioni in chiave elettrica la Pobeda guidata dal team del principe Alberto, ma anche vetture nate elettriche come Tesla, Leaf, Citroen e Wolkswagen.L’obiettivo degli organizzatori è di riprendere ovviamente il vecchio percorso del Rally del nord Europa grazie a un tragitto immerso nella natura e di riscoprire vecchie strade oggi poco usate; promuovere l’uso di veicoli ekettrici; promuove l’installazione di colonnine di ricarica lungo il percorso.

giugno 10, 2011

L’Acqua a Milano costa un quarto di quella di Firenze


A due giorni dai Referendum arrivano i dati della nona indagine nazionale sulle tariffe del servizio idrico di Federconsumatori. I prezzi dell’acqua aumentano in maniera generalizzata, ma è notevole la differenza da città a città. Dalla rilevazione Milano, con una società di gestione pubblica che è un vanto per il capoluogo lombardo anche come contenimento degli sprechi, risulta essere fra le più economiche mentre Firenze è la più cara. A Milano una bolletta annua media dell’acqua si aggira sui 115,36 euro, mentre a Firenze, con gli stessi consumi si spendono 478,05 euro.

giugno 10, 2011

Celebriamo i nostri Santi Laici.

Un anniversario che dopo tanti anni e tanta storia suscita ancora dolore e commozione nei socialisti senza aggettivi.

 Il 30 maggio 1924 il compagno Giacomo Matteotti prese la parola alla Camera dei deputati per contestare i risultati delle elezioni tenutesi il precedente 6 aprile. Mentre dai banchi fascisti si levavano contestazioni e rumori che lo interrompevano più volte Matteotti, denunciando una nuova serie di violenze, illegalità ed abusi commessi dai fascisti per riuscire a vincere le elezioni, pronunciava con un discorso che sarebbe rimasto famoso:

  « Contestiamo in questo luogo e in tronco la validità delle elezioni della maggioranza. L’elezione secondo noi è essenzialmente non valida, e aggiungiamo che non è valida in tutte le circoscrizioni (…) »
 
(Giacomo Matteotti, Camera dei Deputati)

Al termine del discorso, dopo le congratulazioni dei suoi compagni, rispose loro con una premonizione:

  « Io il mio discorso l’ho fatto. Ora voi preparate il discorso funebre per me. »
 
(Giacomo Matteotti)

ed infatti puntualmente  Il 10 giugno 1924, a soli dieci giorni dal discorso pronunciato alla Camera, Giacomo Matteotti fu rapito a Roma. Il suo corpo fu ritrovato in stato di decomposizione il 16 agosto alla macchia della Quartarella, un bosco nel comune di Riano a 25 km da Roma.

Onore ad un grande compagno che ci fa sentire  orgogliosi di di essere socialisti.

giugno 10, 2011

Quando l’acqua è in mano ai privati.

In Calabria, dove sorgono due delle più grandi dighe d’Italia, il voto al referendum vale più dell’oro. In ballo c’è la permanenza sul territorio della So.Ri.Cal (Società Risorse Idriche Calabresi), figlia della francese Veolia, socia di minoranza della Regione Calabria con la quale spartisce la gestione di tutte le risorse idriche calabresi (46,5 per cento) ma che, da qualche giorno, ha deciso di chiudere a staffetta i rubinetti della Piana di Gioia Tauro. Attraverso la milanese Siba, So.Ri.Cal serve 385 comuni. Di questi ben 300 sono morosi, non hanno cioè fondi sufficienti per coprire le tariffe che – denunciano i sindaci – sono state aumentate arbitrariamente (leggi l’articolo di Giulia Cerino). Ad Agrigento l’acqua è stata privatizzata da un pezzo. E i risultati sono sotto gli occhi di tutti. Bollette tra le più costose d’Italia e rifornimenti erogati con le turnazioni (guarda il video di Antonio Condorelli). Stessa storia anche in provincia di Roma. A Velletri, ad esempio, molti rubinetti da tempo sono a secco (guarda il video di David Perluigi)

giugno 10, 2011

Milano: oggi Pisapia vara la giunta.

Molte conferme, qualche sorpresa e diversi ritocchi finali nell’organigramma della nuova giunta che, nelle linee essenziali, risponde alle promesse fatte dal primo cittadino in campagna elettorale: sette assessori rosa, tra cui il vicesindaco e un posto strategico in mano al centrista Bruno Tabacci.

Prima di tutto le conferme. Pisapia è riuscito a imporre come vicesindaco la direttrice della Casa della Carità, Maria Grazia Guida, eletta in consiglio comunale con il Pd ma con meno di mille preferenze. Non passa la linea del partito che voleva al suo posto Stefano Boeri, campione di preferenze e candidato sconfitto alle primarie. L’architetto, che peraltro ha firmato il progetto dell’Expo 2015, sarà comunque in giunta come assessore alla Cultura, anche se non è stata ancora sciolta la riserva sulla speciale delega all’esposizione universale.

Il Pd si rifà abbondantemente con Pierfrancesco Majorino, capogruppo uscente ormai certo al Welfare, Pierfrancesco Maran, in ballo o per i Trasporti o per Giovani e Sport e l’avvocato Ada Lucia De Cesaris all’Urbanistica, che già conosce la macchina comunale per essere stata nominata qualche mese fa nel collegio dei garanti per i referendum.

Sarà sciolta solo oggi la riserva su Carmela Rozza, una nomina che ieri è diventata un caso e ha lasciato a lungo sospesa la casella relativa all’assessorato alla Casa. Ex sindacalista del Sunia, la Rozza è stata il terminale di connessione naturale con i quartieri popolari della città, un ruolo che le ha giovato in popolarità tra la gente ma non tra i partiti che, diventando maggioranza, hanno deciso di riprendere in mano la partita della casa. Due le alternative possibili: un mega assessorato che accorpa Lavori Pubblici e Decoro o la presidenza del Consiglio comunale.

In quota Sel entreranno nella giunta Pisapia l’ex assessore provinciale Daniela Benelli, pronta a curare i rapporti con le Zone e Cristina Tajani che all’assesorato del Lavoro porterà la sua esperienza maturata all’ufficio studi della Cgil. Mentre il coordinatore della Lista Civica Pisapia, Franco D’Alfonso è indirizzato verso le Politiche Sociali. Fuori dagli schemi dell’appartenenza politica è sicuramente il nome del rutelliano Bruno Tabacci, sostenitore al primo turno del candidato del Terzo Polo Manfredi Palmeri. Estranea alle logiche spartitorie è anche la nomina della direttrice del carcere di Bollate Lucia Castellano alla Sicurezza e di Chiara Bisconti, direttrice del personale di Nestlè, al Benessere. Non sarà assessore, pare, il fedelissimo Davide Corritore per il quale si spalancano invece le porte della Direzione Generale.

Immancabili le proteste dei partiti esclusi dalla squadra. L’Idv ha già minacciato un appoggio esterno e la Federazione di Sinistra non sembra davvero accontentarsi di avere il decano del consiglio Basilio Rizzo alla presidenza dell’assemblea di Palazzo Marino. Non rappresentata anche la parte cattolica del Pd con Marco Granelli e Andrea Fanzago esclusi dalla squadra di Pisapia.

Chiude il cerchio la rosa dei delegati speciali. A Milly Moratti dovrebbe essere affidata la responsabilità dei Rapporti con il Cittadino. A Valerio Onida, Piero Bassetti e Francesca Zajczyk saranno la Trasparenza, Milano Città Metropolitana e la Governance.

giugno 10, 2011

Il socialista Brunetta ad Annozero

Il socialista Brunetta Il 2 aprile 2009 ha detto :«Il lavoro pubblico è stato usato per tanto tempo come un ammortizzatore sociale, soprattutto da parte delle donne che uscivano a fare la spesa in orario di lavoro» Gli hanno risposto mirabilmente le cancelliere del Tribunale di Milano.