Archive for giugno 5th, 2011

giugno 5, 2011

Hot Sauce Committee Part 2 – Bestie Boys – Buonanotte compagni.

Sono un po’ tipo i Simpson. Anche il loro show, figlio (esasperato) degli anni ’80, ha sempre vissuto sullo smarcarsi, sul recitare la parte delle birbette delle multinazionali Mtv o Fox. Ma come i Simpson, i Beastie sono oggi un’autocelebrazione permanente: sappiamo tutti che ad avere un vero valore, più che le nuove puntate, è ciò che hanno rappresentato, l’angolo visuale che quando è apparso sulla scena è stato riconosciuto come nuovo e spiazzante. Poi, anche la produzione attuale denota livello minimo sempre elevato, continuità con la propria parabola, capacità di giocare le solite volée senza apparente sforzo. Non è da tutti.

giugno 5, 2011

Arrosto di agnello.

Big Bang di Massimo Cavezzali

 

giugno 5, 2011

L’estratto di mela Annurca previene i tumori.

L’estratto di mela Annurca aiuterebbe a prevenire la formazione dei polipi nell’intestino e quindi il tumore al colon. La speranza arriva da una ricerca del Policlinico S. Orsola-Malpighi di Bologna in collaborazione con il Centro di Ricerca Biomedica Applicata, del Baylor University Medical Center e della University of Texas MD Anderson. Lo studio è stato coordinato dal dottor Luigi Ricciardiello e pubblicato su “Cancer Prevention Research”.

L’estratto di mela Annurca, infatti, fornirebbe preziosi antiossidanti in grado di combattere i polipi intestinali, spesso avvisaglie dei tumori al colon.

giugno 5, 2011

E. coli: il ‘killer’ potrebbe aver trovato un nemico, il rame delle pentole.

Su una superficie di asciutta 10 milioni di  E. vengono eliminati in 10 minuti

L’epidemia da E. sviluppatasi in Germania ha portato le autorità sanitarie di tutti i paesi a sottolineare come il lavarsi le mani e l’attenersi a una preparazione igienicamente attenta degli alimenti debba rappresentare la prima misura da osservare per evitare il rischio di infezioni da E. .

Un’altra cosa a cui bisogna fare attenzione è non provocare un trasferimento di da un cibo all’altro, cosa che può succedere se si pone un alimento contaminato su un piano di lavoro e successivamente se ne appoggia un altro senza una adeguata pulizia. A ricordarlo è Bill Keevil, direttore della divisione di microbiologia e dell’Unità di salute ambientale dell’Università di Southampton, che aggiunge un suggerimento.

giugno 5, 2011

Lezioni per i bambini nella pescheria Critical Fish

Insegnare ai bambini che non tutte le specie di pesci sono uguali, la loro stagionalità, i rischi d’estinzione e anche come provare a consumarlo responsabilmente. Questo l’obiettivo di Critical Fish, un’iniziativa che ha ricevuto la patrocinio della Regione Lazio e della Provincia di Roma è che anima la pescheria “didattica” di Via Ancona 34, in zona Porta Pia a Roma.

Qualche giorno fa i locali di Critical Fish hanno accolto il primo gruppo di bambini di una quarta elementare della capitale dove la biologa marina Annachiara Gozzi li ha guidati alla scoperta delle diverse specie di pesci che popolano il Mediterraneo dividendoli per stagionalità. La Gozzi ha raccontato:

Bambini davvero super preparati erano tutti entusiasti e per niente annoiati. La curiosità e i giochi li hanno fatti concentrare sul mare e sui suoi abitanti lasciando naturalmente spazio alla fantasia e alla creatività, tipiche dei più piccoli. Hanno ribattezzato il pesce illustrato nel materiale informativo il pesce matto, perché non hanno trovato un’immediata somiglianza con le specie conosciute

giugno 5, 2011

Giappone Super cool biz: stop ai condizionatori e ok a dress code estivo in ufficio.

In Giappone al via l'abbigliamento informale per combattere il caldo Risparmiare energia evitando di accendere i condizionatori. Dal 2005 in Giappone dal maggio a ottobre parte la campagna Cool Biz, ribattezzata quest’anno Super Cool Biz, per convincere gli uffici a fare a meno dell’aria condizionata, invitando i dipendenti a indossare un abbigliamento meno formale e più fresco. Se proprio si vuole ricorrere ai condizionatori allora la temperatura non deve essere inferiore ai 28 gradi.

Risparmiare energia e evitare che vi sia un picco di richieste è oggi fondamentale per il Giappone, poiché il terremoto e lo tsunami dello scorso 11 marzo, oltre a danneggiare la centrale nucleare di Fukushima Daiichi, hanno mandato a carte e quarantotto anche altri impianti per la produzione di energia elettrica.

Dunque, Naoto Kan, il primo ministro invita a reagire al caldo alleggerendo il dress code da ufficio: via giacca e cravatta e sì a camicie con le maniche corte e alle polo; vanno bene anche i jeans però solo in contesti più informali; accettati i ventagli sia per uomini sia donne e ammessi sneackers e pinocchietti; per le donne si affida al loro buongusto.

giugno 5, 2011

“Non ho più Facebook, lo smartphone e vivo bene lo stesso!”

E’ ancora possibile andare avanti da disconnessi, senza accesso a Internet via telefono o tablet?

Sconnettersi per un intero giorno dalla rete.  Vivere senza smartphone. Pare impossibile ormai, in una vita dominata da Blackberry e Iqualcosa che ci tengono incollati al world wide web. Mai controllare la propria mail sul telefonino o sul portatile dall’alba al crepuscolo. E’ possibile farlo? Sicuramente sì, e in realtà le persone che lo desiderano sono più di quanto si possa pensare.

giugno 5, 2011

Piazza Tienanmen 22 anni dopo.

Nella primavera del 1989 a Pechino gli studenti lottavano per il sogno democratico e guardavano con fiducia all’avanzare di Gorbaciov nell’Europa dell’Est, che lo condusse fino in Cina. La disfatta del leader russo, che fu rovesciato, trascinò la nazione, nelle mani di Eltsin, in una spirale di violenza. Fu l’inizio delle guerre in Cecenia. La democrazia divenne un fantasma, ancor di più in Cina, dove il movimento studentesco fu represso nel sangue, diritti calpestati e libertà negate che consentiranno la realizzazione del miracolo economico cinese di oggi. Una repressione feroce, violenta e da sempre rimossa, quella del massacro di Tienanmen, tanto da rendere difficile anche un bilancio certo delle vittime: la Cia parla di  800 morti, per la Croce Rossa sono stati 2.600, almeno più di mille per Amnesty International.

A marzo di quest’anno il gruppo delle “Madri di Tienanmen” aveva chiesto nuovamente l’apertura di una inchiesta sulla repressione del giugno 1989 in cui morirono gli studenti, una delle poche voci che ancora si levano per chiedere giustizia e democrazia. La richiesta e’ contenuta in una lettera aperta diffusa dal sito www.tiananmenmother.org e indirizzata al Congresso Nazionale del Popolo. 22 anni dopo, saranno migliaia le persone che ricorderanno a Hong Kong il massacro di Tienanmen. “Speriamo di portare in piazza almeno lo stesso numero di persone di un anno fa, se non piu’ alto”, ha spiegato Lee Cheuk-yan, presidente del Movimento patriottico democratico cinese, facendo riferimento ai 150.000 manifestanti che riempirono il parco Vittoria.

giugno 5, 2011

Brunetta cancella la concertazione.

“Prima un decreto correttivo per cancellare la concertazione nel settore pubblico a scapito della ‘mera informazione’, poi la promessa alle organizzazioni firmatarie dell’accordo separato del 4 febbraio di modificare il testo, infine la presentazione del decreto correttivo del decreto legislativo 150/2009 senza alcuna modifica: imperterrito il Ministro Brunetta prova a dimostrare che la sua riforma non è fallita”. Lo denuncia in una nota la CGIL sostenendo che “nonostante le promesse fatte alle organizzazioni firmatarie dell’accordo separato dello scorso 4 febbraio, è stato presentato in Parlamento lo schema di decreto correttivo del decreto legislativo 150 del 2009 (riforma Brunetta) senza variazioni rispetto al testo già noto”.Questo è un altro che si professa socialista. Quanti danni ha fatto Craxi.

giugno 5, 2011

“Il fotovoltaico fai da te fra due anni sarà l’energia più conveniente”

Secondo uno studio del professor Arturo Lorenzoni del dipartimento di Ingegneria elettrica dell’università di Padova, nel 2013 sarà raggiunta la “grid parity”: il prezzo del chilowattora per autoconsumo prodotto con panelli solari sarà uguale a quello dell’energia acquistabile dalla rete elettrica.

Nel Sud Italia la grid parity sarà raggiunta già verso la metà del 2013, per gli impianti industriali da 200 kWp. Per gli impianti domestici (più piccoli, da 3 kWp) si dovrà aspettare un anno in più. Per i grandi impianti allo stesso risultato si arriverà nel 2015 al Centro e nel 2016 al Nord. Per quelli piccoli ci vorrà un anno in più. I calcoli sono stati eseguiti stimando una vita media dei moduli di 25 anni e includendo un tasso di interesse del 5,3%, ma concentrandosi appunto sull’autoconsumo, invece che sulla produzione di elettricità da vendere alla rete.