Superstition – Stevie wonder – buonanotte compagni

Stevie Wonder fece uscire superstition durante il tour dei Rolling Stones a cui partecipò come supporter, nell’estate del 1972. L’intento, abbastanza scoperto, era di aprire la sua musica a un pubblico (oltre che a un mercato) più vasto, come quello del rock. Difficile immaginare un pezzo più perfetto per tentare il crossover: l’ex bambino prodigio, allora 22enne, l’aveva composto contando di piazzarlo a Jeff Beck, ma dopo averne ascoltato un demo, Berry Gordy – mentore di Stevie e fondatore dell’etichetta Mo-town – fu categorico nel costringerlo a tenere il pezzo per sé. Fu così che Wonder, all’alba del suo 15esimo album (Talking Book), ottenne finalmente la sua prima, meritatissima #1 nella classifica Usa. Mentre, in un perfetto caso di chiusura del cerchio, Jeff Beck interpreterà comunque Superstition l’anno dopo, nell’album di esordio del suo supergruppo Beck, Bogert & Appice, insieme a Tim Bogert e Carmine Appice dei Vanilla Fudge.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: