Fincantieri: CGIL, ritiro piano industriale è primo risultato, ora tutti responsabili.

Fincantieri ritira il nuovo piano industriale ‘lacrime e sangue’ presentato ai sindacati il 23 maggio scorso. Una decisione presa dall’amministratore delegato del Gruppo, Giuseppe Bono, al termine dell’incontro di oggi (3 giugno) tra Governo, azienda e sindacati, svoltosi presso la sede distaccata del ministero per lo Sviluppo Economico a Roma in zona Eur.

Una giornata di protesta, che ha visto scendere in piazza nella capitale oltre 1.500 lavoratori da tutta Italia, dopo le numerose mobilitazioni dei giorni scorsi contro il piano di ristrutturazione dell’azienda, che prevedeva la chiusura dei due stabilimenti di Sestri Ponente e Castellamare di Stabia, nonchè il ridimensionamento di Riva Trigoso, per un totale di 2.551 esuberi. Forte la soddisfazione dunque dei sindacati e dei lavoratori per l’esito dell’incontro.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: