Archive for maggio 30th, 2011

maggio 30, 2011

Attacco talebani ad Herat, 5 feriti.

 Un commando di talebani guidato da alcuni kamikaze è entrato oggi in azione a Herat City, capoluogo della omonima provincia occidentale afghana, colpendo prima la base del Gruppo di ricostruzione provinciale (Prt), sotto responsabilità italiana, e poi altri due obiettivi sulla Blood Bank Road e vicino al Cinema Chowk. Fonti ospedaliere hanno comunicato che per il momento i morti sono quattro ed i feriti 24. Il ministro della Difesa Ignazio La Russa ha assicurato che “Non c’é nessun militare italiano morto. Ci sono molti feriti, di cui uno grave. Le vittime sono della polizia afghana”. Da parte sua il sottosegretario alla Difesa, Guido Crosetto, ha indicato che “l’attacco è stato in varie parti della città, anche al palazzo del governatore, e si sta concludendo”. L’operazione è stata rivendicata da un portavoce dei talebani che ha parlato di un attacco sferrato da quattro kamikaze. Il primo maggio scorso, i talebani hanno lanciato in tutto l’Afghanistan una operazione denominata ‘Badar’. Secondo una prima ricostruzione dell’attacco al Prt italiano, un kamikaze si è fatto esplodere davanti al suo ingresso che si trova nel quartiere di Jada-i-Mahtab, e questo avrebbe permesso ad altri militanti armati di penetrare all’interno della struttura ingaggiando uno scontro a fuoco con le forze di sicurezza afghane e internazionali

maggio 30, 2011

Lombardia – i socialisti in piazza Duomo per Pisapia Sindaco

maggio 30, 2011

Figure di merda di Berlusconi.

Paniz: “Il presidente del Consiglio va giudicato per quello che fa in pubblico”.

Figure di merda.

maggio 30, 2011

ipotesi per l’aldilà.

Big Bang di Massimo Cavezzali

 

 

maggio 30, 2011

Greepeace in azione all’olimpico.

Blitz degli ambientalisti di Greenpeace nel corso della finale di Coppa Italia tra Inter e Palermo allo stadio Olimpico di Roma.

Grandissimi!

maggio 30, 2011

Gli ispettori IAEA in visita a Fukushima Daiichi.

L’incidente nucleare di Fukushima Daiichi com’è noto è tutt’ora in corso. Tepco dopo due mesi ha ammesso che sì la fusione di 3 reattori su 6 c’è stata. Il punto è che nessuno ancora parla né di conseguenze né di soluzioni. Intanto l’IAEA, International Atomic Energy Agency, ha inviato il 27 maggio un team di esperti proveniente da 12 nazioni per:

individuare dall’incidente nucleare giapponese quegli insegnamenti che potrebbero contribuire a migliorare la sicurezza nucleare globale.

Il team dunque è impegnato con i funzionari giapponesi nelle stesura di una relazione che sarà presentata alla conferenza ministeriale sulla sicurezza nucleare presso la sede dell’AIEA a Vienna il 20-24 giugno prossimi.

Ha commentato Mike Weightman (nella foto a sinistra) ispettore capo del Regno Unito e team leader:

Era un esperienza da fare e la nostra squadra ha espresso grande ammirazione per gli straordinari lavoratori di Fukushima Daiichi.

maggio 30, 2011

Gelato a “chilo 0″ per gli obesi e i diabetici

Da Varese arriva un nuovo gelato pensato per tutte le persone diabetiche e/o con problemi di peso. Si chiama gelato a “chilo 0 ”, composto esclusivamente da frutta e fruttosio, senza altri grassi aggiunti o zucchero. Inoltre, verranno usati prodotti del territorio o della filiera agricola italiana.

More, mirtilli, lamponi, fragole, mele, kiwi, pere, pesche, sarà un vero tripudio di frutta. Inoltre, per gli altri gusti verrà usato solo latte fresco appena munto a km zero delle stalle del territorio, sottoponendolo a una sola pastorizzazione per conservarne il più possibile inalterate le caratteristiche nutritive e organolettiche.

maggio 30, 2011

Tumori della pelle: la Roche richiede l’OK per un nuovo farmaco

La ha presentato alla Food and Drug Administration (Fda) e all’Ema la domanda di autorizzazione per la commercializzazione del nuovo Vemurafenib, per pazienti affetti da positivo alla mutazione del gene .

 

ha presentato anche una domanda per il test di mutazione ‘cobas 4800 ′, dispositivo diagnostico in grado di identificare tale mutazione. Lo riferisce una nota della casa farmaceutica che spiega come vemurafenib, un ‘-inibitore’, sia “concepito per colpire e inibire selettivamente una forma mutata della , presente in circa la meta’ dei casi di ”, la forma piu’ aggressiva e mortale di tumore cutaneo. “Abbiamo lavorato con rapidita’ per portare avanti il programma di sviluppo di vemurafenib sapendo che i pazienti affetti da hanno una prognosi sfavorevole e opzioni terapeutiche molto limitate”, ha spiegato Hal Barron M.D., Chief Medical Officer e Head, Global Product Development di . Secondo l’esperto “le domande di autorizzazione depositate per vemurafenib e il test diagnostico, impiegato per individuare i pazienti con il tipo di che puo’ essere colpito specificamente da questo , rappresentano promettenti passi avanti nell’obiettivo di offrire una terapia personalizzata per questa malattia”.

maggio 30, 2011

Cacciari mette in guardia la sinistra.

 «Il centrosinistra deve capire che vincere le amministrative non vuol dire avere già in tasca le politiche. E siccome è a quello che bisogna puntare, occorre definire bene qual è la linea, la proposta di governo. e allargare al centro». Lo afferma in un’intervista l’ex sindaco di Venezia, Massimo Cacciari, che aggiunge: «A meno di miracoli a Milano Pisapia vince bene. Napoli è un pò più incerta, ma credo che alla fine vincerà De Magistris». In caso di sconfitta, Berlusconi «farà finta di poter continuare a governare, ma ci saranno così tante cadute, sia a livello parlamentare che a livello istituzionale, che alla fine si andrà diritti alle elezioni di primavera.
Molto – spiega Cacciari – sarà conseguenza di quello che farà la Lega e di come il Pdl saprà tenersela, perchè se il Carroccio se ne va il Pdl muore. Se invece nel partito di Berlusconi viene fuori un nuovo leader capace di tenere la barra ferma e non scontentare bossi, allora potrebbero anche andare avanti a governare».

maggio 30, 2011

“Il sistema autoritario della Chiesa ha provocato gli abusi sessuali dei preti”

Il teologo dissidente Hans Küng critica l’assolutismo dogmatico e il sistema di potere del Vaticano

Hans Küng, uno dei più fieri avversari della restaurazione conservatrice di Wojtyla e Ratzinger, concede una lunga intervista al settimanale Die Zeit, in merito alla Curia vaticana, ai suoi problemi e ai tanti scandali coperti, all’esigenza di riforme per salvare la Chiesa.