Archive for Mag 25th, 2011

Mag 25, 2011

The Message – Buonanotte compagni

The message ha rappresentato un vero è proprio salto quantico nella percezione dell’hip hop da parte del mondo esterno alla sottocultura nella quale era nato, portando quello stile, il suo linguaggio e la sua attitudine, dai “block party” (le feste di strada) del South Bronx alle discoteche alla moda – teorizzando al tempo stesso, per la prima volta, il rap come “blues del ghetto” (qualche anno più tardi i Public Enemy risplovereranno la frase rincarando la dose, e definendolo “la Cnn del ghetto”). Scritto in origine sotto forma di poesia dall’insegnante di college (e a tempo perso musicista di sala) Duke Bootee, The Message fu trasformato in rap grazie all’intuizione della sempre astuta Sylvia Robisnon, fondatrice dell’etichetta Sugar Hill Records. Con un testo che parla di degrado e paranoia urbana con un crudezza mai sentita prima nel pop (“vetri rotti / dappertutto…”), tenuto insieme da un riff di sintetizzatore visionario e futurista, The Message può a buon diritto essere considerato uno dei caposaldi della “modernità” nella musica.

Mag 25, 2011

Silvio ci è e ci fa.

1. Berlusconi, Sbagliato caricare di significato politico il voto sui Comuni (Corriere.it, 25 maggio 2011)
2. Silvio Berlusconi ha sottolineato che questo è “un voto non solo per un buon sindaco ma anche per confermare e sostenere il governo nazionale. La sinistra aspetta i risultati perché con la solita doppia faccia dirà, se dovesse vincere che il governo deve andare a casa, se dovesse perdere che erano semplici elezioni locali”. (TMNews, 13 maggio 2011/)

Mag 25, 2011

Gli italiani sempre più ricchi.

 
I due compari, Giulio e Silvio, vogliono far credere agli italiani cose strane.
Non ci sono 15 milioni di famiglie povere, ma solo che alcune persone sfortunate non possono permettersi il caviale per lo spuntino di netà mattinata.
Che l’Italia sia più ricca di dieci anni fa può anche essere vero, ma tutti i soldi in più non sono certo finiti nelle tasche degli italiani, piuttosto in quelle di chi li spreca a milioni per andare con eserciti di minorenni.
Mag 25, 2011

Cancro alla prostata: efficace ‘pare’ essere un fungo cinese commestibile.

Un commestibile usato da secoli in Cina e in altri paesi asiatici per le sue qualita’ medicinali, la ‘coda di tacchino’ o , si e’ rivelato altamente efficace nel combattere il alla . Scienziati dell’Universita’ di tecnologia del Queensland (Qut), in Australia, hanno dimostrato che il composto detto polisaccaropeptide (Psp), estratto dal , ha avuto un’efficacia del 100% nel sopprimere lo sviluppo del alla in topi di laboratorio, colpendo le cellule staminali del tumore stesso e sopprimendo la sua formazione.
In una relazione sulla rivista della Public Library of Science, PLoS One, Patrick Ling dell’Istituto per la salute biomedica e l’innovazione della Qut, scrive che i risultati rappresentano un passo importante nel combattere una malattia tra le piu’ diffuse e letali. ‘Cio’ che volevamo dimostrare era se quel composto puo’ arrestare dall’inizio lo sviluppo dei tumori alla … In passato altri inibitori hanno mostrato in sperimentazioni di ricerca un’efficacia del 70%, mentre con il Psp abbiamo osservato un’efficacia del 100%, per di piu’ senza alcun effetto collaterale’.

Mag 25, 2011

Dal Nilo, sulle mummie, la storia della schistosomiasi.

Già 1500 anni fa, le pratiche di irrigazione artificiale sembrano aver favorito il parassita S. mansoni, che infettava il 25 pe cento di una popolazione delal Nubia

 

Le mummie recuperate lungo il corso del Nilo stanno rivelando come in che modo le vecchie tecniche di irrigazione possono aver incrementato la piaga della schistosomiasi, una malattia parassitica che infetta circa 200 milioni di persone.

In circa il 25 per cento delle mummie analizzate in uno studio pubblicato sull‘American Journal of Physical Anthropology sono datate a 1500 anni fa è stato trovato il parassita Schistosoma mansoni, una specie di schistosoma associato con le più moderne tecniche di irrigazione.

La schistosomiasi è causata da un verme parassita che vive in alcuni tipi di lumache che vivono nell’acqua dolce. Il parassita può uscire dalle lumache e contaminare l’acqua e infine infettare gli esseri umani la cui pelle entra in contatto con l’acqua.

L’infezione può causare anemia e e patologie croniche, deficit della crescita e ritardo mentale, e danni agli organi. Insieme con la malaria, la schistosomiasi si situa tra le patologie parassitiche che producono i maggiori danni socio-economici del mondo.

Fin dagli anni Venti del Novecento, tracce di schistosomiasi sono state rilevate nelle mummie nella regione del fiume Nilo, ma solo in anni recenti si è resa disponibile l’analisi degli antigeni e gli anticorpi di alcuni individui.

Mag 25, 2011

Bike Sharing elettrico: A Padova dal 2012 il progetto fotovoltaico.

Il Bike Sharing elettrico a Padova
Bike Sharing con bici a pedalata assistita (le cosiddette bici elettriche) e alimentazione con pannelli fotovoltaici. Il progetto pilota è stato approvato ed entro il 2012 a Padova ci saranno tre pensiline dotate di pannelli che ricaricheranno le batterie di 15 biciclette elettriche messe a disposizione dei cittadini attraverso il servizio di Bike Sharing. Il finanziamento è arrivato dalla Regione Veneto ed è teso a favorire la realizzazione di interventi in favore della mobilità sostenibile.

Le tre pensiline dovrebbe essere collocate in piazzale Boschetti, Prato della Valle e al Parco delle Energie Rinnovabili Fenice, sull’isola di Terranegra per quella che diventerà una dorsale integrata nel circuito delle piste ciclabili del comune di Padova. La Scuola Italia Design e MaTech del Parco Scientifico e Tecnologico Galileo si occuperanno della progettazione garantendo la massima armonia con il contesto urbano.

Il Bike Sharing elettrico è un passo avanti rispetto ai tanti interventi in questa direzione che hanno preso piede nelle principali città italiane riscuotendo uno straordinario successo nonostante lo scetticismo di molti. Le bici elettriche potranno percorrere fino a 60 km con una velocità massima di 25 km/h rendendo le due ruote elettriche un’esperienza priva delle appaganti fatiche di una sana pedalata andando incontro anche alle esigenze degli anziani e dei più pigri. L’obiettivo del progetto padovano è quello di costituire un modello d’eccellenza, un esempio, da diffondere sul territorio italiano.

Mag 25, 2011

La Svizzera chiuderà le centrali nucleari entro il 2034.

Il Consiglio federale Svizzero ha votato la chiusura definitiva delle centrali nucleari entro il 2034, secondo il seguente piano:

La centrale nucleare di Beznau I verrà quindi disattivata nel 2019, Beznau II e Mühleberg nel 2022, Gösgen nel 2029 e Leibstadt nel 2034.

La strategia di approvvigionamento si basa sopratutto sul risparmio energetico; potenziamento dell’idroelettrico e delle rinnovabili; importazione di energia elettrica; ricerca e ampliamento delle reti di trasporto.

Le reazioni sono contrapposte: i 20mila che hanno preso parte alla grande manifestazione di domenica per la chiusura della centrale nucleare di Beznau a Kleindöttingen nel Canton Argovi ovviamente esultano assieme a tutti i verdi; tutti gli altri sostengono che la decisione presa è di tipo emotivo e elettoralistico. Non dimentichiamo che in Germania domenica la Merkel è stata battuta dai verdi a Brema.

Mag 25, 2011

Cristicchi canta a Cagliari contro il nucleare.

Simone Cristicchi, una via personale, volutamente bizzarra, tenera e profonda della musica italiana che può vincere a sorpresa un Sanremo cantando di rose e follia, tenere una bella tournée con il coro dei minatori di Santa Fiora dell’Amiata, raccontare a teatro dei romani perduti nella campagna di Russia dell’ultima guerra, inscenare travolgenti live. Stasera, mercoledì, è in piazza del Carmine a Cagliari. Suona e canta in uno dei concerti organizzati dal Pd in tutta Italia per i referendum sul no al nucleare e sul no alla privatizzazione dell’acqua in calendario il 12 e 13 giugno. Sono argomenti a cui il cantante dalla capigliatura inconfondibile è sensibile e di questo parla al telefono.

Perché no alla costruzione di centrali nucleari?

Dico no al nucleare perché mi sa di interessi loschi, che riguardano alcuni. Se vogliamo prendere l’esempio recente del Giappone, non c’è una sicurezza. Il problema è che esistono centrali ai confini dell’Italia, francesi, che mettono in pericolo il nostro paese, ma credo che il referendum sia un modo per vedere l’effettiva partecipazione della gente per questioni così importanti. Al di là della pericolosità delle centrali. Infatti potremmo parlare anche delle basi americane, ce ne sono oltre 90 nel nostro territorio, e anche le basi italiane sono a disposizione in caso di guerra. Credo sia importante dare un segnale e capire quanto la gente ci tenga al proprio futuro e ai propri figli. Ho un bimbo di tre anni e quando sposo queste cause non lo faccio per uno schieramento politico ma soprattutto per lui.

Mag 25, 2011

Letizia imbroglia su Facebook

La storia è finita persino sulla stampa nazionale: “Letizia Moratti aumenta il numero dei suoi fan su Facebook! La grande e nuova strategia comunicativa del candidato del PdL!”. Eccetera eccetera. E in effetti il recupero sul web del candidato del centrodestra non è stato indifferente, se è vero che la sua pagina Facebook ha decuplicato i fan, passando da 3000 click ad oltre 30mila. Come ha fatto? Nuove strategie comunicative? Un cambio di passo sul web? Anche.

PROBLEMI SU FACEBOOK – E’ noto infatti che lo staff della Moratti ha cambiato il consulente che si occupa del web-marketing, mettendo alla porta il precedente responsabile che al primo turno non aveva convinto: e così, per la Moratti è web-boom. Un botto troppo grosso? Una stranezza? Qualcosa non va? Sembra di sì. Almeno, a vedere il profilo ufficiale su Twitter del candidato sindaco che riporta un twit da parte dello staff che afferma che seguiranno spiegazioni su di una vicenda tutta da chiarire.

Mag 25, 2011

Susanna Camusso: inaccettabile il piano industriale Fincantieri.

Ancora forti preoccupazioni sono state espresse oggi dalla CGIL per le dismissioni di Fincantieri annunciate ieri dall’amministratore delegato, Giuseppe del Bono. Il nuovo piano industriale 2010/2014, così come presentato, è per il Segretario Generale della CGIL, Susanna Camusso: “inaccettabile”, poiché prevede la completa chiusura dei Cantieri di Castellammare di Stabia e di Sestri Ponente e il ridimensionamento di Riva Trigoso, per una complessiva perdita di 2.551 posti di lavoro.

Un piano che, secondo la CGIL, non fa che aggravare la situazione già allarmante del futuro industriale del Paese e che “per le sue dimensioni e per la sua brutalità, sembra costruito per alimentare il conflitto e non per ragionare nel merito” ha affermato Camusso. La leader della CGIL ha poi sottolineato come la convocazione da parte del governo per il 3 giugno del tavolo per Fincantieri non sia “propriamente precipitosa”. Camusso ha inoltre ricordato che, il tavolo per Fincantieri era stato aperto nell’autunno del 2009,  sottolineando poi che, “in tutto questo tempo non sono state date risposte”.

Intanto i Segretari Generali di CGIL, CISL, UIL, Susanna Camusso, Raffaele Bonanni e Luigi Angeletti, hanno inviato oggi una lettera al vice presidente della Commissione europea, Antonio Tajani, per chiedere un incontro sulla vicenda Fincantieri “finalizzato – scrivono nella lettera – alla ricerca di tutti i possibili strumenti di sostegno ed intervento da parte della UE da collegare sinergicamente alle azioni che dovranno mettere in campo il Governo Nazionale, gli Enti Locali e la stessa Azienda”. Positiva la risposta di Tajani: l’incontro si terrà venerdì 27 maggio presso la sede della rappresentanza della Commissione Europea in Italia a Roma in via IV Novembre 149 alle ore 17.