Waterloo Sunset – the kinks – Buonanotte compagni.

I Fratelli Davies erano tutti presi a registrare il quinto album della band, Something Else by the Kinks, quando Ray si sedette al piano e suonò a Dave una prima versione di Waterloo Sunset. «Ci siamo messi subito a improvvisare delle parti vocali sopra la melodia del ritornello», ricorda Ray. Dopodichè è tornato a casa, e – tutto solo – ha lavorato sugli arrangiamenti: «Fino a quando la canzone non è diventata come un sasso arrotondato dal mare: perfettamente liscia e levigata!». Il testo racconta una delle più magiche e tridimensionali storie di solitudine della musica pop: un uomo che guarda una coppia di amanti cha passano, abbracciati, sopra un ponte, mentre sullo sfondo si stagliano il Tamigi e la stazione di Waterloo. Per anni è circolata la voce che l’ispirazione fosse venuta a Davies dai rotocalchi che parlavano della storia d’amore tra due star cinematografiche dell’epoca, Terence Stamp e Julie Chri-stie, ma lui ha smentito: «era più una specie di imbarazzante pagina di diario».

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: