Ebola: anticorpo sviluppato in laboratorio.

Scoperta una che aiuta i e Marburg (responsabile di febbre emorragica a elevata mortalita’) a infettare l’organismo, e un in grado di legarsi alla bloccando l’ingresso di entrambi i nell’organismo: e’ quanto emerge da uno studio pubblicato su Proceedings of the National Academy of Sciences dai ricercatori dell’Universita’ dell’Iowa di Iowa City (Usa).

La ricerca ha dimostrato che nelle cellule epiteliali presenti in diverse parti del corpo umano – comprese le mucose delle vie respiratorie e degli occhi, che rappresentano le classiche ”porte” attraverso cui si insinuano questi agenti patogeni – e’ presente una , chiamata Tim-1, che favorisce l’azione dei e Marburg, aiutandoli a infettare i tessuti.

One Trackback to “Ebola: anticorpo sviluppato in laboratorio.”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: