Archive for aprile 27th, 2011

aprile 27, 2011

LE DOPPIE VERITA’ DI SILVIO.

Silvio assicura: non bombarderemo la Libia.
Getteremo soltanto degli ordigni esplosivi da nostri aerei, ma niente di più !!
aprile 27, 2011

Dieta del dopo Pasqua: dimagrire in vista dell’estate.

Come ogni anno Pasqua rappresenta l’ultima festa prima della stagione estiva in cui si può esagerare a tavola: magari non come a Natale, ma colomba e cioccolata dell’uovo sono pur sempre una bella tentazione. Ora però è arrivato il momento di pensare a come smaltire i chili di troppo e prepararsi alla prova costume che si fa sempre più vicina.

La dieta del dopo Pasqua è molto semplice e rapida: consiste, infatti nel mangiare molta frutta e verdura che, dopo le abbuffate di Pasqua e Pasquetta, servono per riequilibrare l’organismo e la linea. Un’alimentazione più leggera, infatti, è alla base di questa dieta che serve a perdere peso dopo gli eccessi alimentari degli ultimi giorni; molto importante è anche l’attività fisica costante: per smaltire le calorie non sono necessarie faticose sedute in palestra, basta anche una corsa nel parco oppure una bella nuotata.

Il primo giorno della dieta del dopo Pasqua deve essere all’insegna della depurazione dovete assumere soltanto, nel corso della giornata, solo 700 g. di frutta e un bicchiere di latte alla sera accompagnato da due fette biscottate. Dopo questo giorno assolutamente detox potete scegliere di seguire una dieta disintossicante da tre giorni, durante i quali dovrete assumere solo 850 calorie, oppure una dieta più lunga da circa 1200 calorie giornaliere.

Da eliminare assolutamente sono gli zuccheri, le bevande alcoliche e i cibi grassi; riducete il consumo di pane e pastae se proprio volete mangiarli scegliete le versioni integrali; via libera tutti i tipi di frutta e di verdura, quest’ultima cucinate alla griglia oppure bollite.

In via di principio, comunque la parola d’ordine deve essere “leggerezza”, ecco, quindi, un esempio di menù della dieta del dopo Pasqua:

Colazione: un tè con un cucchiaino di zucchero, due fette biscottate con un cucchiaino di marmellata.
Pranzo: 80 g. di tonno all’olio di oliva sgocciolato, oppure 80 grammi di formaggio light oppure  o un hamburger da 100 grammi; 30 grammi di pane e un frutto
Cena: 130 g. di pesce o di carne bianca come pollo o tacchino accompagnato da verdure e 30 g. di pane.
Come spuntino e merenda scegliete un frutto oppure uno yogurt magro alla frutta.

aprile 27, 2011

Epatite C: la scoperta di interazione tra due enzimi apre le porte a nuovi approcci terapeutici.

La scoperta del ruolo chiave di due che ‘aprono la porta’ delle all’infezione dell’, rendera’ possibile la realizzazione di nuovi farmaci , piu’ efficaci di quelli attuali, secondo quanto scrive oggi la rivista Nature Medicine online.

Uno studio iniziale condotto su una serie di pazienti che hanno contratto l’infezione e’ gia’ in via di definizione, dopo il successo dei testi sugli animali, secondo quanto annunciano i ricercatori del team internazionale guidato da Thomas Baumer dell’Inserm-Universita’ di Strasburgo e finanziato dall’Ue e dall’Agenzia nazionale francese per la ricerca sull’Aids e sulle epatiti.

aprile 27, 2011

Nucleare in Italia: Berlusconi esce allo scoperto: i programmi saranno riavviati “tra uno o due anni”.

silvio-berlusconi_nucleare

Le intenzioni del Governo nel dietrofront sul nucleare che rende vano il referendum di giugno,  erano chiare a tutti, ma se qualcuno aveva ancora qualche dubbio sulla buona fede delle intenzioni sulla moratoria, oggi, 25° anniversario della tragedia di Chernobyl, arrivano le dichiarazioni di Berlusconi a non lasciare ..speranze. Perché è evidente adesso più che mai che il nucleare in Italia è solo stato rimandato.

Tra uno o due anni sarà possibile riavviare il programma nucleare italiano, perché l’opinione pubblica sarà più consapevole di questa necessità e non sarà influenzata dalla preoccupazione per la tragedia di Fukushima”.  Con queste irresponsabili parole, il presidente del Consiglio ha “svelato l’imbroglio” e annunciato i suoi progetti sull’energia atomica, durante la conferenza stampa con il presidente francese Nicolas Sarkozy, in chiusura del vertice Italia-Francia, a Villa Madama.

“Gli accadimenti giapponesi – ha continuato il premier – è emerso nei sondaggi che facciamo normalmente, hanno spaventato i cittadini. Se avessimo fatto il referendum, il nucleare non si sarebbe potuto fare per molti anni a venire”. E invece “tra uno o due anni l’opinione pubblica sarà consapevole della necessità di tornare all’energia nucleare”.

E per rassicurare i francesi, con cui l’Italia ha stipulato dei contratti proprio sulle centrali nucleari, ha aggiunto che i patti siglati “non vengono abrogati, stiamo decidendo di andare avanti in settori come quello della formazione”. Optare per il nucleare – ha aggiunto Berlusconi – è una scelta “di buon senso per andare verso quello che è un destino ineluttabile”.

aprile 27, 2011

Il Giappone diffonde i dati sulle radiazioni intorno a Fukushima

A due giorni del Northeast Asia trilateral forum, il consesso internazionale tra Cina, Corea del sud e Giappone in cui si è discusso della necessità di potenziare la cooperazione ambientale e di soccorso – soprattutto per le emergenze nucleari – fra i partecipanti, il governo nipponico ha pubblicato la carta sui livelli di radiazione nei pressi della centrale di Fukushima Daiichi. In precedenza, erano state resi noti solo i dati relativi alla zona esterna alla cintura di evacuazione (stimata in circa 20 km dal luogo del disastro).

Secondo i dati diffusi nella giornata di ieri, i livelli di radiazione varierebbero sensibilmente in funzione della direzione: è a nord ovest della centrale, ad esempio, che questi risulterebbero più preoccupanti e in fase di crescita, mentre a sud ovest i parametri risulterebbero decisamente più bassi e stazionari.

Più in dettaglio, la mappa si basa sui dati raccolti fino al 21 aprile in 2.138 punti limitrofi la centrale per una persona che fosse sottoposta a radiazioni cumulative nell’arco di un anno per 8 ore al giorno. Il risultato, comunque, è che la zona di evacuazione tende a crescere – nonostante gli esperti facciano sapere di avere riscontrato anche valori più bassi rispetto a quelli attesi – mentre i valori nella fascia dei 20 km dovrebbero essere intorno ai 20 millisievert o anche di più.

aprile 27, 2011

Per il sole 24 ore centrosinistra in vantaggio.

Sondaggio CISE per il Sole 24 Ore.
I numeri evidenziano un sorpasso del CENTROSINISTRA dato circa 3 punti sopra al CENTRODESTRA.  In dificolta’ sia il POPOLO DELLA LIBERTA’ che la LEGA NORD. Nel CENTROSINISTRA il PARTITO DEMOCRATICO si avvisiva al primato, ed affiancato da SINISTRA, ECOLOGIA E LIBERTA’ ed ITALIA DEI VALORI entrambi solidi, vede la propria coalizione prevalere. Nel POLO DELLA NAZIONE resta prevalente l’UNIONE DI CENTRO su FUTURO E LIBERTA’ PER L’ITALIA.
aprile 27, 2011

Se si votasse oggi la sinistra vincerebbe.

aprile 27, 2011

Mario Borghezio: “Il 25 aprile è una festa da abolire”

Il buongiorno dell’eurodeputato leghista nella festa d’Italia

“Cosi’ com’e’ il 25 Aprile e’ da cancellare”. Lo afferma Mario Borghezio, europarlamentare della Lega Nord, intervistato dal quotidiano online Affaritaliani.it: “Non ha assolutamente senso festeggiare il 25 Aprile, in quanto non e’ diventata – come sarebbe accaduto in un paese come gli Stati Uniti d’America – una festa e una celebrazione di riconciliazione e il superamento degli odii, delle contrapposizioni e anche dei drammi di quella che e’ stata esclusivamente una guerra civile”, prosegue l’esponente del Carroccio, che spiega: “E nelle guerre civili non ci sono ne’ buoni ne’ cattivi, ci sono solo italiani e padani che si sparano gli uni contro gli altri. Questo certamente non e’ un fatto da ricordare positivamente. Quindi, dato il modo con cui viene celebrata, e’ soltanto una brutta festa da eliminare. Insomma, cosi’ com’e’ il 25 Aprile e’ da abolire”.

aprile 27, 2011

La morte di un malato di cancro in diretta.

La Bbc sdogana l’eutanasia in diretta. Un docu-reality che andrà in onda il 12 maggio

Il 12 maggio è una data che molti telespettatori inglesi ricorderanno: “Inside the Human Body” è il documentario sugli ultimi momenti di vita di Gerald, 84 anni, malato di cancro, morto lo scorso gennaio. Che verrà mandato in onda da Bbc One. Scrive Repubblica:

E per questo su Bbc One sono piovute aspre polemiche. Anche se i responsabili della televisione inglese respingono le accuse di insensibilità, sottolineando che l’episodio fa parte di un ciclo di quattro appuntamenti che si prefigge di raccontare la vita umana dal principio alla fine, dal momento del concepimento fino all’ultimo respiro. Per realizzare il docu-reality, i curatori di Inside the Human Bodynei mesi scorsi hanno contattato ospizi e associazioni di beneficenza che si occupano di malati di cancro. Come in una sorta di “macabro casting”, per mesi si sono cercati uomini disposti a lasciarsi riprendere negli ultimi momenti di vita. A novembre, Bbc One ha trovato l’uomo giusto: l’anziano Gerald si è detto subito disponibile, nella speranza che la sua storia potesse esser d’aiuto ad altri malati nelle sue stesse condizioni.

aprile 27, 2011

Sei drogato di facebook? C’è un’app che te lo fa capire.

Ti chiedi quanto tempo sprechi online ogni giorno? Te lo dice Chrometa.

Che cos’è Chrometa? Un nuovo app per PC eMac che lavora nel background del tuo computer, monitorando costantemente le applicazioni che utilizzi e i siti web che visiti. Inoltre si aggiorna costantemente affinché tu possa vedere cosa fai su internet e come usi il tuo computer. In buona sostanza Chrometa ti controlla e ti dice quanto tempo passi sui social network, togliendolo allo studio e al lavoro, o anche alla famiglia. Ovvimente anche il tuo datore di lavoro può saperlo, volendo.

CONTROLLO – Business Insider, che l’ha provato, lo raccomanda perché, dice, funziona senza intoppi. L’utilizzo di questa app costa 19 dollari (circa 13 euro) al mese, ma è disponibile una versione gratuita di prova che funziona per trenta giorni. Chrometa può essere un utile strumento per le compagnie che intendano monitorare le attività online degli impiegati, ma anche l’abbonamento più caro a Chrometa, che costa ben 99 dollari (circa 68 euro), può supportare un massimo di dieci computer.