La lega nord fa solo danni.

L’idea del ministro Calderoli di spostare i militari italiani impiegati in Libano lungo i confini per monitorare e controllare il flusso di migranti ha lasciato il segno. Se una diminuzione del numero di uomini impiegati nel Paese, attualmente 1.780, è prevista da anni, una chiusura della missione Onu è impensabile.
Fiore all’occhiello dell’esercito italiano, l’Unifil è stata guidata per quattro anni dal generale Claudio Graziano, prima del passaggio di consegne nel 2010 al generale spagnolo Cuertas. Nata nel 1978, la missione è stata prorogata due volte prima di essere ampliata con la risoluzione 1701 nel 2006 che ha dato il via all’operazione Leonte.

One Trackback to “La lega nord fa solo danni.”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: