E’ cominciato il processo.

Processo che più lampo non si può. Basta una manciata di minuti per rinviare tutto al 31 maggio. Berlusconi assente e ovviamente contumace fa sapere tramite l’avvocato Giorgio Perroni di essere impegnato a presiedere a palazzo Chigi il comitato denominato «Crisi Libia», ma dà il via libera per procedere senza di lui.
Perroni aggiunge che il premier «ci sarà sempre in udienza compatibilmente con gli impegni istituzionali». Durano più le interviste del post che non l’udienza in sè. Interviste attraverso taccuini e registratori. Carta stampata e radio. Le telecamere non ci sono, vietate dal procuratore generale Manlio Minale, «l’uomo vestito di silenzio» come lui stesso si era definito.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: