Il governo si arrende al nucleare: moratoria per un anno.

Il nucleare si ferma per un anno. Dopo il disastro giapponese e l’annuncio della “pausa di riflessione”, domani il Consiglio dei ministri approverà una dichiarazione per una moratoria di un anno sulle decisioni relative alla ricerca dei siti per le centrali nucleari. La decisione è apprezzata dai presidenti delle Camere, ma non convince l’opposizione, timorosa che possa trattarsi di una ‘manovra’ destinata a svuotare di senso il referendum. L’annuncio della moratoria, su cui indiscrezioni erano circolate già nel primo pomeriggio, è stato fatto dal ministro dello Sviluppo economico, Paolo Romani, davanti alla Commissione Industria del Senato, chiamata a dare il proprio parere sul decreto per la localizzazione delle centrali. “Domani in Consiglio dei ministri il Governo dichiarerà la moratoria per un anno per quanto riguarda le decisioni e l’attivazione delle procedure per la ricerca dei siti per le centrali nucleari in Italia”, ha spiegato Romani, sottolineando che verrà comunque salvata la parte del decreto relativa all’individuazione di un deposito per le scorie, come ci viene richiesto dall’Unione europea.

Sembra ieri che il ministro Romani faceva l’arrogante i Televisione dicendo che il Nucleare andava avanti senza nessun ripensamento

E vai! Adesso il referendum.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: